Bambini sedentari

Valori troppo bassi di dispendio energetico rendono difficile mantenere l'equilibrio fra entrate ed uscite caloriche.

Il mantenimento e il raggiungimento di un peso corporeo corretto si ottiene infatti non solo attraverso il controllo dell'alimentazione ma anche attraverso la pratica di una vita fisica attiva, a qualunque età.

La preoccupante diffusione del sovrappeso e dell'obesità nella nostra società è in buona parte attribuibile proprio al fatto che la vita moderna promuove stili di vita estremamente sedentari, con livelli assai ridotti di attività fisica, il tutto peggiorato naturalmente da un eccessivo apporto calorico alimentare.

Anche nella popolazione infantile italiana si fa sempre più evidente il problema del sovrappeso come frutto di una vita sedentaria.

Per esempio, passare molte ore di fronte al televisore, magari consumando nervosamente dolciumi vari sotto la tensione o l'attrazione del programma seguito, predispone sicuramente ad un eccessivo aumento di peso.

Recenti studi hanno evidenziato che in Italia il bambino trascorre mediamente, già all'età di sei anni, quasi due ore al giorno di fronte alla televisione, trascurando sempre di più giochi che lo impegnerebbero fisicamente.

Oltre a rappresentare un fattore predisponente all'obesità, l'abitudine a livelli molto bassi di attività fisica coinvolge altri aspetti della salute.

Uno stile di vita sedentario rappresenta, una volta adulti, un fattore di rischio per cardiopatia coronarica, diabete e tumore del colon. Un livello medio/alto di attività fisica è per altro lo strumento migliore per prevenire l'osteoporosi senile.

I bambini che si mantengono attivi durante tutto il periodo della crescita avranno uno scheletro più robusto da adulti, e da anziani saranno più difficilmente soggetti a fratture. Uno stile di vita fisicamente attivo è utile anche per abbassare in modo apprezzabile la pressione arteriosa.

E' bene chiarire che per stile di vita "fisicamente attivo" si deve intendere innanzitutto un tipo di comportamento che dia la preferenza, nell'espletamento delle attività quotidiane, all'uso dei propri muscoli piuttosto che all'uso delle macchine.

Ad esempio: ogni qual volta è possibile, camminare invece di usare l'auto, salire e scendere le scale piuttosto che servirsi dell'ascensore, e così via.

Non si tratta quindi tanto di rigenerare muscoli trascurati con tour forzati di poche ore settimanali in palestra o su un campo da tennis, ma piuttosto di impostare un più sano stile di vita, fin da bambini, con abitudini che consentano un regolare, continuo, adeguato uso di tutto il proprio corpo, ogni giorno.

Potremmo ad esempio cominciare col ridurre significativamente l'uso quotidiano dell'automobile (che invece aspetta il bambino proprio davanti al portone della scuola, spesso ostacolando il traffico, quasi che il bambino, finito di studiare, non abbia più...gambe!).

Tagli andrebbero dati anche all'uso del motorino (ormai attaccato fisso al fondo dei pantaloni dei nostri figli), e degli ascensori (fatti usare ai bambini, sempre più pigri, anche per un solo piano di scale).

E pensare che così la nostra salute ci guadagnerebbe due volte: perché ci si muoverebbe di più, e perché lo si farebbe in un ambiente meno inquinato.

Suggerimenti tecnici per l'allattamento al seno.

Allattamento artificiale.

Lo svezzamento. Schemi di svezzamento e ricette.

Puericultura consigli.

Puerperio e piccoli disturbi.

Assistenza domiciliare al puerperio

Le vaccinazioni.

Quando chiamare il medico.

Aspetti pscicologici della coppia.

Depressione post partum.

La tutela della maternità   Congedo per malattia del bambino Gli esami gratuiti del SSN Attività sessuale in gravidanza e nel puerperio.
La dieta alimentare Il controllo della nutrizione Bulimia e anoressia Faq su gravidanza Dove partorire a Roma

Pagina aggiornata il 9 maggio 2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti