Allattamento e ricerca del seno: la suzione e posizioni per allattare


Quando si accosta il bambino al seno si vede che compie dei movimenti di "ricerca": ruota il capo da una parte e dall'altra, stimolato anche dal contatto della guancia e delle labbra col seno (questa ricerca è presente anche in altre specie animali e rappresenta la fase del comportamento alimentare di preparazione alla suzione).

Quando giunge in contatto col capezzolo materno questo agisce da vero e proprio "bersaglio", facendo ruotare il capo e quindi la bocca del bambino verso il lato stimolato (è importante ricordarlo quando si guida il bambino verso il seno: va toccato dalla parte verso la quale si vuole che si giri e non "spinto" dal lato opposto, altrimenti si oppone, tentando di ruotare la testa verso il lato stimolato) il capezzolo allora sfiora le labbra e inizia la suzione.

Il capezzolo viene afferrato e le labbra del bambino aderiscono attorno all'areola e sono rivolte verso l'esterno: la chiusura è quasi ermetica, favorita dalla presenza di pieghe nella parte interna delle labbra.

Pubblicità


A questo punto inizia la suzione vera e propria: movimenti verso il basso del mento provocano una depressione che fa affluire il latte dai dotti galattofori del seno materno. Subito dopo la lingua viene innalzata verso il palato, comprimendo la zona intorno al capezzolo e facendo così affluire il latte nella bocca.

Dopo un certo numero di suzioni (tre-cinque in media) il latte raccoltosi in bocca viene deglutito.

Inizialmente il susseguirsi dei movimenti di suzione è precipitoso, poi nel corso della poppata si regolarizza, divenendo ritmico. Il ritmo respiratorio del bambino si sincronizza con quello delle suzioni/deglutizioni. Insieme al latte il bambino normalmente deglutisce anche dell'aria.

In sintesi potremmo descrivere con tre passaggi il modo di alimentarsi del bambino dal seno materno: succhia, spreme, deglutisce.

Conformazioni particolari del seno materno, come ad esempio un capezzo lo poco pronunciato o introflesso, possono rendere più difficoltosa la suzione, ma non impossibile: in questi casi è necessario che la madre faciliti l'attaccamento al seno guidando con le mani l'inserimento dell'areola nella bocca del bambino.

In definitiva supplisce al capezzolo che ha la funzione di "richiamo" verso il seno per poterlo afferrare: essenziale per il meccanismo della suzione e la fuoriuscita del latte è solo la compressione dei dotti intorno all'areola, esercitabile anche se il capezzolo è scarsamente evidente.

LE POSIZIONI PER ALLATTARE

Non esiste una posizione ideale per allattare. Ogni donna utilizzerà, anche variandola di volta in volta, la posizione che in quel momento le risulterà più comoda.

La posizione tipica è quella seduta con il bambino in braccio. Poter appoggiare la schiena ha il vantaggio di far riposare i muscoli dorsali (la loro contrattura nel tempo può divenire dolorosa).

L'uso, di uno sgabello sotto i piedi dà la possibilità di rilasciare anche la muscolatura addominale. Nei giorni dopo il parto e per le poppate della notte, spesso la donna preferisce allattare sdraiata con il bambino accanto.

Variare le posizioni del bambino durante la poppata o da una poppata all'altra può avere il vantaggio di esercitare la pressione di suzione ogni volta su parti diverse dell'areola (dando cosi riposo alle altre parti).

Vedi: Suggerimenti pratici per l'allattamento al seno

OMS - UNICEF Progetto "Ospedale amico del bambino": 10 passi per l'allattamento al seno

Pagina aggiornata il 9 maggio 2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com