Allattamento, vitamina D e rachitismo


I livelli di vitamina D riscontrati nel latte materno risultano bassi: perché il bambino non corra rischi di carenza vitaminica e quindi di rachitismo deve condurre fin dai primi giorni una sana vita all'aria aperta, esponendosi sufficientemente e con regolarità alla luce solare; questo deve avvenire anche nel periodo invernale, senza timori per il freddo.

Se sussistono condizioni ambientali sfavorevoli, causa di poca esposizione alla luce, che non è possibile rimuovere, occorre integrare l'allattamento con vitamina D in gocce.

E' stato dimostrato sperimentalmente che nei lattanti di età inferiore ai sei mesi è sufficiente l'esposizione alla luce solare per 30 minuti alla settimana, se coperti dal solo pannolino, oppure l'esposizione per due ore alla settimana delle mani e del capo (che in un lattante è circa il 15-20% della superficie corporea totale) per mantenere il livello di vitamina D al di sopra dei livelli minimi necessari per la prevenzione del rachitismo.

Pubblicità


Nel bambino più grande, un adeguato apporto vitaminico durante il periodo invernale è solitamente soddisfatto dalle riserve endogene di vitamina D accumulate nel tessuto adiposo durante il periodo estivo.

Una regolare esposizione alla luce rende possibile evitare l'integrazione di vitamina D, senza il rischio che i genitori incorrano in dannosi vissuti e atteggiamenti "medicalizzanti".

Somministrare tutti i giorni gocce di vitamine può essere infatti vissuto come tenere "in terapia" per mesi e mesi il bambino, che è invece sano ed alimentato nel migliore dei modi possibili.

Anche se i medici considerano queste somministrazioni di vitamine non terapie ma "supplementi", non possiamo scordarci che si tratta di una lettura molto tecnica e ben lontana dal comune sentire.

In altri termini il genitore che "dosa gocce da un flacone comprato con ricetta medica in farmacia" nel suo vissuto sta somministrando un farmaco, e non integrando l'alimentazione.

Nel nato prematuro è sempre necessaria una supplementazione di vitamina D, anche se è allattato al seno e conduce una sana vita all'aria aperta. Questo infatti non basta ad assicurare la copertura del fabbisogno particolarmente alto dell'organismo in rapidissima crescita del prematuro.

Concludendo quindi possiamo dire che non sono necessarie integrazioni vitaminiche se l'allattamento è al seno ed il bambino è nato a termine, purché i genitori abbiano sempre presente l'importanza della vita alla luce del giorno, e si adoperino per portare all'aperto con regolarità il bambino, fino dai primi giorni di vita, in ogni stagione.

IN ARGOMENTO:

Vitamina D: quando serve integrare? Non è ancora chiaro

Pagina aggiornata il 3 ottobre 2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com