Allattamento: umanizzare il biberon

E' importante seguire quei consigli che consentono di evitare la sterilizzazione del biberon: nel clima di inevitabile innaturalità creato dall'allattamento col latte artificiale, è necessario umanizzare e "demedicalizzare" quanto più possibile le procedure.

Le industrie per l'infanzia si preoccupano di "adattare" il latte perché la differenza con quello che esce dal seno materno sia minima con ottimi risultati.

Altrettanto importante e preoccuparsi di adattare il "modo" di somministrare questo latte ai bisogni relazionali del bambino, in modo che nutrirlo al biberon assomigli sempre meno a una "terapia medica", evitando di trasformare le madri in infermiere, circondate da sterilizzatori, termometri, pinze prenditutto, polveri, misurini, dosi, orari, grammature.

Nell'allattamento artificiale, per quanto il latte esca da una tettarella e non dal seno, è necessario e possibile far rivivere al bambino quell'intensità di scambi e comunicazione che si ha quando, a ogni poppata, è accolto nella nicchia dell'abbraccio di chi Io nutre (madre, padre o altri che siano), facendogli provare il contatto con la pelle (così importante soprattutto in epoca neonatale), proponendogli calore, intimità, ecc.

Oggi ormai sono risolti i grandi problemi biologici dell'uso dei latti artificiali e il vero rischio non è tanto quello della carenza di alcuni elementi tipici del latte materno, quanto piuttosto quello di non offrire col cibo anche tutto l'indispensabile bagaglio di messaggi e di relazioni che rendono veramente "completo" il nutrimento in queste epoche della vita.

In altri termini: tanto più si cura la ricostruzione di tutti gli aspetti (nutrizionali, ma anche emotivi, relazionali, fisici) dell'allattamento naturale, tanto meno l'artificialità di usare latte di mucca adattato risulta per il bambino uno «svantaggio».

Vedi: Latte in polvere: prezzi alle stelle

Pagina aggiornata il 9 maggio 2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti