Omogeneizzati e liofilizzati

Gli omogeneizzati (sia di carne, che di ortaggi, che di frutta) sono prodotti alimentari pronti per l'uso, confezionati in forma sterile ed in recipienti ermeticamente chiusi, partendo da nutrienti opportunamente controllati, sottoposti ad un processo di omogeneizzazione atto a renderli di facile ingestione e digestione.

Le tecniche di omogeneizzazione degli alimenti furono introdotte per la prima volta negli Stati Uniti negli anni '30. Nati come prodotti dietetici particolari, indicati in alcune patologie digestive, hanno finito con gli anni per divenire di uso abituale nell'alimentazione del bambino, tanto che soprattutto dagli anni '60 hanno rappresentato il prodotto base per il divezzamento.

I prodotti omogeneizzati sono stati una delle cause dell'inopportuna anticipazione dell'età del divezzamento: la massiccia propaganda con la quale sono stati lanciati sul mercato ha fatto si che si giungesse a divezzare i bambini già al secondo-terzo mese di vita.

Oggi il loro consumo e diminuito, ma sono ancora molto presenti i concetti erronei che hanno introdotto nel campo dell'alimentazione infantile.

Il procedimento tecnologico usato per la preparazione di questi prodotti ha lo scopo di ridurre la materia prima in particelle micronizzate, senza che si abbia perdita dei nutrienti.

Questa frammentazione aumenta la superficie esposta agli enzimi ed ai succhi digestivi e quindi aumenta la digeribilità.

E' proprio la maggiore digeribilità, che si ottiene frantumando finemente l'alimento, che ha portato a somministrare al bambino cibi in età in cui normalmente non avrebbe potuto facilmente digerirli.

Ma è proprio questo l'errore: per anticipare l'introduzione di un alimento se ne fa una sorta di pre-digestione industriale.

Molto più logico e rispettoso dei tempi maturativi del bambino somministrargli questo alimento quando le sue strutture saranno pronte per digerirlo, senza l'aiuto di "digestioni meccaniche".

L'uso di questi preparati rimane invece utile occasionalmente, quando la preparazione del cibo per il bambino debba avvenire in ambienti disagiati o comunque quando il tempo (o la voglia) a disposizione per cucinare viene a mancare.

In quest'ottica quindi è evidente che non si tratta di "prodotti per bambini" ma di "prodotti per adulti che hanno bambini e non hanno il tempo o il modo di cucinargli il cibo".

Quanto detto fino ad ora vale anche per i liofilizzati che si differenziano dagli omogeneizzati solo sul piano "strutturale": la prima fase del procedimento tecnologico per l'elaborazione del liofilizzato è sovrapponibile a quella che si usa per omogeneizzare; la tappa successiva consiste nella disidratazione.

Vedi: Ricette di base - Schemi di svezzamento - Ogm: come riconoscerli

Pagina aggiornata il 9 maggio 2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti