Svezzamento, cosa mangiano mamma e papà?


Se il nostro desiderio è che il bambino si abitui ad una alimentazione sana, abitudine che l'accompagnerà per tutta la vita, è importante che questa sia consolidata anche in famiglia.

Se le verdure e la frutta fresca abbondano alla vostra tavola inevitabilmente il bambino sarà più portato ad alimentarsi con questi cibi, allo stesso modo i bambini si abituano a mangiare troppo spesso patatine e merendine se sono sempre presenti nella dispensa di casa o a disposizione.

Deve finire quello che c'è nel piatto, non giocare con il cibo e non alzarsi da tavola fino a che tutti non abbiano finito. Deve mangiare tutto.

Quante volte abbiamo sentito ripetere queste frasi? E' importante riflettere sul significato che diamo al l cibo e quale messaggio vogliamo trasmettere. Che effetto può avere obbligarlo a mangiare un cibo che non apprezza? E' davvero così importante che impari a mangiare tutto? Se non ama la pasta con le verdure non può essere facilmente sostituita con qual cosa di equivalente che a lui possa piacere?

Alcuni di noi hanno timore che il bambino possa diventare un piccolo tiranno e per "precauzione" cerchiamo di sottometterlo appena possibile. Ma è veramente la strada più giusta?


Purtroppo spesso le lezioni che abbiamo ricevuto da bambini tendiamo a considerarle come dei percorsi dolorosi ma inevitabili e spesso non ci autorizziamo neanche a cercare nuove soluzioni.

Ma soffermarsi a riflettere su quello che è stato il nostro percorso personale , e se necessario metterlo in discussione,può esserci di grande aiuto.

Se siamo stati abituati a "finire tutto il piatto" e pensiamo che sia importante, proporre piccole porzioni per volta può essere la soluzione che permette al bambino di mangiare solo quello di cui ha bisogno senza forzarsi a mangiare più del necessario: mangiare solo quello che ci serve è alla base di una buona educazione alimentare ed evita i danni della sovralimentazione che sono sotto gli occhi di tutti noi.

Se il vostro timore è che il bambino abbia mangiato poco, se la crescita è adeguata non è importante e se invece non lo è ,la soluzione non si potrà trovare in quei pochi cucchiai che riuscite a gran fatica a somministrargli. Anzi il rischio è quello di aggravare il problema.

Se siamo stati abituati che "con il cibo non si gioca" teniamo presente che manipolando la pappa il bambino "fa suo" il cibo, lo conosce, lo assaggia e prende confidenza con nuovi sapori e consistenze.

Sviluppa anche un'importante abilità: per la prima volta capisce che fare da solo e sentirsi veramente competente. E' una grande gratificazione!

Se pensiamo che il bambino debba imparare a mangiare di tutto, riflettiamo sul fatto che sappiamo per esperienza personale che abbiamo imparato ad apprezzare alcuni sapori solo crescendo e mai perché siamo stati costretti.

Quando siamo costretti impariamo, a volte, a mandare giù cose che non ci piacciono, non ad apprezzarle. E' davvero così importante? E siamo sicuri che se non impara a mangiare il pesce subito, non lo vorrà mangiare neanche da grande? Ricordiamoci che nessun alimento in se è indispensabile ma che tutto può essere sostituito.

E quando sarà più grande, veramente vogliamo chiedergli di restare seduto a tavola fino a che tutti non abbiano finito?

Può essere molto difficile e penoso per un bambino pieno di energia. Tra l'altro avere a tavola un bambino che mugugna scontento non deve essere molto piacevole neanche per noi, siamo sicuri che sia la soluzione migliore per tutti?

Forse è una regola davvero importante nella nostra famiglia e allora possiamo provare a trovare un punto di incontro tra i nostri bisogni e quelli del bambino.

Alimenti da mangiare con le mani

Evitate di tenere le manine dei bambini infilandogli un cucchiaino di pappa in bocca, sicuramente il pasto sarà più rapido ma si perde un'importante occasione di crescita e conoscenza. Alcuni genitori obietteranno che permettendo al bambino di toccare la pappa con le mani mangia di meno, si sporca e rischia di acquisire una brutta abitudine.

In realtà è ancora troppo piccolo per avere la coordinazione necessaria per imitarvi e usare il cucchiaio correttamente ma appena sarà in grado sarà ben lieto di "mangiare come i grandi".

Gli alimenti da mangiare con le mani permettono a tuo figlio di esplorare il cibo e metterlo in bocca assaporandolo appieno: quanta soddisfazione in questi piccoli assaggi.

Certo gran parte del cibo inizialmente finirà per terra e alcune mamme trovano utile mettere dei giornali sul pavimento e un grembiulino impermeabile al bambino.

Un'altra soluzione può essere quella di usare alimenti solidi che si sciolgono in bocca , ecco alcuni suggerimenti: pezzetti di pasta cotta, pera , banana o altra frutta piccoli pezzi , biscottini, pane, fette biscottate, pezzetti di verdura cotta (patate, carote, zucchine...)

Ma può andare bene qualsiasi cosa che si possa tenere in mano e sciogliere lentamente in bocca.

di Gabriella Pacini

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com