Svezzamento e prime pappe


Se si inizia il divezzamento nei tempi consigliati, si può dire che in linea di massima è indifferente l'ordine con cui si decide di avviare il bambino all'assaggio ed al consumo dei vari alimenti, col solo accorgimento di ritardare l'inserimento dei cibi più allergizzanti.

Molte delle indicazioni che in genere si danno sono legate più ad abitudini e costumi alimentari che non a precisi concetti dietetici/nutrizionali.

Lo conferma in maniera indiretta il fatto che in Italia, da regione a regione, si riscontrano diversificazioni nella scelta dei primi pasti non lattei: in certe aree si parte dai brodi vegetali, in altre con le pappe lattee (farinate), in altre ancora con piatti più elaborati.

E' essenziale tenere conto dei gusti e delle scelte manifestate dal bambino, che non necessariamente dovrà sottostare alla sequenza dettata dal pediatra per l'inserimento dei vari cibi.

Vi potranno essere alimenti inizialmente non graditi, sia per il sapore che per la consistenza, ed appare del tutto logico quindi che la proposta di assaggio venga rinviata in attesa di un ripensamento dei gusti.


E' bene ricordare ancora che il divezzamento inizialmente deve servire ad integrare (e non a sostituire) il latte e, via via che procede, ad avviare un'alimentazione completa ed equilibrata fra i vari nutrienti, oltre che adeguata da un punto di vista energetico: tutte cose che dopo l'anno di vita il latte da solo non potrebbe più garantire.

Per quanto riguarda il numero dei pasti va tenuto presente che gli studi condotti fino ad oggi hanno mostrato che a qualunque età il frazionamento della dieta in pasti frequenti è preferibile al consumo della stessa quantità di cibo in un numero minore di pasti più abbondanti.

In genere il bambino giunge all'epoca dei primi cibi solidi con un ritmo di quattro o cinque pasti al giorno, mantenendo questa frequenza anche durante la prima fase dello svezzamento. Dopo l'anno si è soliti alimentare il bambino con gli stessi ritmi dell'adulto: colazione, pranzo, merenda, cena.

Vedi: Ricette di base - Schemi di svezzamento - Ogm: come riconoscerli

Pagina aggiornata il 9 maggio 2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com