Scelta, responsabilità, separazione parte I


ANORESSIA - LO SPECCHIO E LA MACCHIA DELL'ADOLESCENZA del Dr. Alex Pagliardini. Scelta-responsabilità-separazione parte I

Queste tre dimensioni del corpo incontrano radicali modifiche nell'adolescenza. Il corpo immaginario, quello costituitosi allo specchio, subisce una sostanziale ridefinizione a seguito dei cambiamenti puberali, una sorta di verifica in cui viene riconsiderata l'immagine identitaria costituta nell'infanzia.

L'immagine costituita nell'infanzia, già con le sue crepe costitutive, alla luce dei cambiante puberali, non tiene più, non è più valida.

Allo stesso modo il corpo storico subisce una ricapitolazione del proprio testo, è costretto a ridefinirsi, a parlare un'altra lingua.

Il corpo pulsionale, vero nodo della pubertà, fa irruzione, fa irruzione come una macchia cieca a cui non si sa rispondere - nei due versanti del proprio corpo e del corpo dell'Altro sesso – il momento dell'adolescenza è il momento in cui si fa la prova che si ha un corpo che fa ciò che vuole.

Sintetizzo così: l'adolescenza è l'incontro con l'enigma, diciamo nelle tre forme indicate. Tale enigma comporta smarrimento, perplessità, rottura con ciò che si è stati e con l'Altro.

La risposta a ciò può andare nella direzione di un irrigidimento dell'identità, in uno straripamento della dimensione pulsionale, oppure nella direzione del desiderio.  Tale risposta è possibile, o per lo meno è favorita, se nell'Altro è presente il limite, la testimonianza, un riferimento simbolico, lo spazio per la propria particolarità.

Se vengono a mancare queste caratteristiche dell'Altro come accade nella contemporaneità, il rischio dell'estinzione della risposta del desiderio e significativo.

Sull'argomento andrebbero fatte numerose considerazioni che per il momento tralascio. Cercherò invece di prendervi per il collo, o per la coda per chi ce l'ha, su un tema, trino, della scelta-responsabilità-separazione. Immagino vi avranno fatto una "testa tanta" sul fatto che è il momento di crescere, di decidere, di diventare indipendenti, di separarvi ecc.....vediamo se ciò vuole dire qualcosa.

Mi preme dirvi quel che credo sia la storia, visto che vi si dice che è un momento delicato della vostra vita, in cui si fanno i conti con la storia passata e futura – la farò un pò lunga.  C'è una differenza sostanziale tra la storia intesa da Hegel e da Marx - la storia come dispiegamento di eventi lineare e determinato dalla dialettica, da una sorta di orologiaio, magari dal volto minaccioso, che razionalmente decide quel che accade - e la storia intesa da Sartre, la storia che ha come sua unica regola il malinteso, la contingenza, l'imprevisto.  Utilizzo un fatto di cronaca, non molto simpatico, per cercare di farmi capire.

Il fatto di cronaca è del 4 marzo 2005, l'uccisione in Iraq del funzionario del Sismi Nicola Callipari. L'idea marxista, ossia che la storia è determinata da fattori economici che muovono conduce ad una lettura dietrologica, l'omicidio è avvenuto per complessi disegni polititi e dunque economici che rendevano necessaria l'uccisione di Callipari.

Sartre invece pensa che nella storia esista la contingenza assoluta, un avveniamo assolutamente gratuito, non spiegabile con quel che l'ha preceduto, non attribuibile a nessuna determinazione; questo induce a pensare che i militari abbiano ucciso per pura contingenza, per puro scherzo del destino, per puro caso.

Ora, ed è qui che Sartre è geniale, ciò non toglie che l'effetto retroattivo del loro gesto-malinteso, gli faccia responsabili, e dunque degli assassini.

Ecco che accadono delle cose, che facciamo delle cose, che vanno al di là delle nostre intenzioni o che nulla hanno a che fare con queste, ma che ben inteso ci ritornano indietro e ci fanno altri, ci cambiano, ed è questo che determina la nostra storia, la contingenza dei nostri accadimenti e quel che retroattivamente ne facciamo.  Un recente e magnifico film di Gus Van Sant offre un altro esempio.

E un film sull'adolescenza, sull'adolescenza oggi, dunque in un certo senso un film disperato. Il protagonista è un ragazzo, uno skater che assieme agli amici frequenta questo parco giochi dove si radunano i vari skater. Loro stessi lo hanno battezzato paranoi park. In una di queste serata, in un modo del tutto accidentale, gli capita di uccidere una guardia.

Il corpo di Narciso 
Il corpo testo e il corpo imbroglio
 
Scelta-responsabilità-separazione parte I
 
Scelta-responsabilità-separazione parte II
 
Scelta-responsabilità-separazione parte III

Anoressia - Bulimia - Obesità Dipartimento di salute mentale RMD

Centro integrato di psicoterapia: Psico-diagnostica, Terapia di gruppo, Terapia individuali, Gruppi  Coordinamento e sinergia con le strutture internistiche territoriali 

Via Giovagnoli, 29 - Roma - Per qualsiasi richiesta: Dr Elisabetta Spinelli - Tel. 333 3517503 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina aggiornata il 10 giugno 2009

Pubblicità

Argomenti Correlati

Anoressia

Anoressia e bulimia, cosa c'è dietro al disturbo. Non si mangia soltanto per sostentarsi, mangiare è un'attività carica di simboli e con essa esprimiamo la nostra relazione con il mondo

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo