Impianto contraccettivo sottocutaneo

Definizione

L'impianto contraccettivo è una formula popolare di contraccezione reversibile a lungo termine. Il Norplant, il primo impianto contraccettivo, divenne disponibile nel 1983 ma fu poi tolto dal mercato a causa della non soddisfazione delle pazienti riguardo agli effetti avversi che portarono infine a molte cause legali contro il produttore. Era anche difficile da togliere.

Gli impianti attualmente disponibili, il Nexplanon e il suo modello di prima generazione, l'Implanon, contengono il progestinico etonogestrel. Il vantaggio di questa forma di contraccezione è che fornisce una efficace contraccezione a lungo termine che non dipende dalla quotidiana conformità a una prescrizione da parte dell'utente.

Come si usa

La generazione più recente di strumenti impiantabili è la più efficace forma di controllo delle nascite disponibile e può di solito essere inserita da professionisti esperti in meno di un minuto. La percentuale di gravidanze con l'impianto è 0.05% che è leggermente più bassa della spirale al levonorgestrel (0.2%) e della spirale con il rame (0.6%).

Un rilascio di 25-30mg/giorno di etonogestrel è il dosaggio necessario per sopprimere l'ovulazione. Con questo strumento la percentuale iniziale di rilascio è 60-70 mg/giorno che decresce lentamente col tempo fino a circa 30 mg/giorno. I massimi livelli di siero si raggiungono di media il quarto giorno dopo l'inserzione.

Dopo la rimozione dell'impianto, i livelli nel siero di etonogestrel diventano non rilevabili entro una settimana.

Sicurezza

L'impianto contraccettivo è attualmente approvato per la contraccezione delle donne, incluse le donne nullipare, le adolescenti e le madri che allattano al seno. E' stato studiato per l'uso nelle donne con dolore pelvico e endometriosi; ulteriori usi di questo strumento sono argomento di ricerche in corso.

I Criteri Medici US di Eligibilità per Uso Contraccettivo, pubblicati dai Centri per il controllo delle Malattie e la Prevenzione, guidano i professionisti riguardo la sicurezza dell'uso di impianto contraccettivo in pazienti con altre condizioni mediche.

L'impianto contraccettivo è sicuro o i rischi di danno sono ritenuti superati dal beneficio del contraccettivo nelle seguenti situazioni, in cui quindi si può considerare l'ipotesi di metterlo:

  • Fumare sigarette
  • Infezione in corso con o storia di malattia sessualmente trasmessa o malattia infiammatoria pelvica
  • Obesità (nota: l'impianto contraccettivo è stato studiato in donne fino al 130% superiori del peso corporeo ideale; l'efficacia dell'impianto in donne obese è ancora in corso di ricerca)
  • Ipertensione
  • Iperlipidemia
  • Storia di profonda trombosi delle vene o embolia polmonare
  • Artrite reumatoide
  • Anemia
  • Lieve cirrosi
  • Epilessia
  • Malattie della tiroide
  • Diabete Mellito
  • Storia di chirurgia bariatrica
  • Allattamento al seno (Taneepanichskul e Brito)
  • Post aborto (primo o secondo trimestre)

Controindicazioni

L'impianto contraccettivo non dovrebbe essere usato nelle seguenti situazioni:

  • Gravidanza
  • Malattie del fegato inclusa grave cirrosi o tumori del fegato
  • Storia personale di cancro al seno
  • Sanguinamento vaginale anormalo non diagnosticato
  • Allergia o ipersensibilità a qualsiasi materiale dell'impianto

Efficacia

La frequenza della gravidanza con l'impianto è 0.05% che è leggermente più bassa che con lo IUD al levonorgestrel (0.2%) e lo IUD al rame (0.6%).

Effetti collaterali

La più comune complicazione è dolore nel punto dell'inserzione, che avviene in meno del 3% delle utenti, secondo uno studio. Il dolore è generalmente passeggero e si risolve col tempo.

Altre non comuni complicazioni includono che l'impianto venga trattenuto nell'applicatore ad ago, sanguinamento o rossore nel punto dell'inserzione e formazione di ematoma. Una contusione dopo l'inserzione è possibile e dovrebbe risolversi entro pochi giorni.

Effetti collaterali dell'impianto, non collegati all'inserzione dell'impianto, sono stati analizzati in uno studio che includeva 942 soggetti. La ragione più comune che portava (13.6%) una donna a interrompere l'uso dell'impianto erano effetti collaterali come mal di testa, aumento di peso, acne, dolore al seno, labilità emozionale e dolore addominale.

Un altro 11% di donne citano irregolarità di sanguinamento indesiderabili come ragione per interrompere. La più comune irregolarità era sanguinamento infrequente (33.3%), seguita da amenorrea (21.4%), sanguinamento prolungato e sanguinamento frequente.

Fonte: Medscape

IN ARGOMENTO:

Per approfondire: Bastoncino anticoncezionale Nexplanon, funzionamento e uso

La contraccezione

Visita ginecologica

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

22 settembre 2014

Argomenti Correlati

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti

5 x mile a vitadidonna