Malattie in gravidanza. I segnali di allarme, come riconoscerle.

Malattie in gravidanza. In questa pagina abbiamo deciso di elencare una serie di sintomi che in natura hanno il compito di "campanello d'allarme" poiché stanno ad indicare che qualcosa nella gravidanza sta andando come non dovrebbe o, per meglio dire, che qualche evento morboso più o meno grave sta interferendo con il regolare svolgimento della gestazione e potrebbe compromettere in misura più o meno rilevante il benessere materno-fetale.

Spetta essenzialmente al medico sapere interpretare questi sintomi, tuttavia è importantissimo che la gestante li sappia ben riconoscere per poter mettersi subito in contatto con un sanitario al fine di evitare possibili complicanze.

I segnali d'allarme di più frequente riscontro sono:

  • contrazioni dell'utero più o meno accompagnate da dolore lombare, fianchi o all'addome;
  • perdite di sangue dai genitali, tipo macchie sulle mutandine o sensazione netta di fuoriuscita di liquido;
  • fuoriuscita di liquido amniotico dai genitali avvertite con mutandine bagnate o vera e propria sensazione di perdita di liquido;
  • qualsiasi dolore addominale, specie se forte e violento o continuo e duraturo, localizzato ai fianchi o alla bocca dello stomaco o nella regione appendicolare o periombelicale;
  • bruciore durante la minzione più o meno accompagnato da desiderio ripetuto di urinare oda dolore sopra il pube, al fianco destro o sinistro o da dolore nell'emissione dell'urina;
  • emissione di urina troppo carica e concentrata o addirittura rosso sangue o macchiata di sangue; emissione di urina troppo schiumosa; eccessiva emissione di urina; riduzione del quantitativo di urina emessa (urina normale emessa nelle 24H: 1000-1500 ml);
  • febbre superiore a 38° più o meno accompagnata da brividi o febbricole quotidiane, serali, associate a sudorazione;
  • gonfiore alle caviglie che non recede durante la notte (non entrano le scarpe) più o meno accompagnato da gonfiore alle mani (non entrano gli anelli), alle palpebre (viso gonfio);
  • vomito alimentare o diarrea, specie se più volte al dì;
  • i movimenti del feto si riducono a meno di 6 calci in 2 ore o tendono a scomparire;
  • perdita di peso non dovuta a riduzione dell'apporto calorico;
  • pressione arteriosa uguale o superiore a 140 su 90;
  • dolore di testa (cefalea), specie se frequente o persistente;
  • perdite vaginali giallastre o bianche tipo latte cagliato più o meno accompagnate da bruciore ai genitali, cattivo odore, prurito;
  • eccessivo senso di stanchezza, malessere generale, prostrazione, incapacità di compiere anche le più banali occupazioni;
  • colorito giallo della pelle e/o delle sclere (parte bianca dell'occhio);
  • dolore lungo il decorso delle vene o dei nervi, specie se accentuato dalla pressione;
  • difficoltà respiratorie eccessive dopo la salita o aver fatto le scale (affanno);
  • qualsiasi colorazione strana e diffusa della pelle più o meno accompagnata da prurito o desiderio di grattarsi;
  • reperto di tumefazione, piccola o grande che sia, inconsueta in qualsiasi parte del corpo;
  • sete eccessiva;
  • qualsiasi disturbo visivo (riduzione della vista, macchie, scintillio) o dell'udito (ronzii, etc);
  • eccessive ansie o tensione emotiva oppure depressione e facilità al pianto (specie in puerperio).

Ci sembra opportuno sottolineare, ancora una volta, che al comparire di uno o più dei segnali sopra ricordati è indispensabile il consulto con un sanitario.

MALATTIE INFETTIVE IN GRAVIDANZA:

Pagina modificata 10 febbraio 2013

Pubblicità

Argomenti Correlati

Gravidanza

Sei incinta? Ecco cosa fare. Quali esami in gravidanza e quando, la diagnosi prenatale, le malattie in gravidanza, il parto naturale, l'epidurale e il cesareo. La guida di Vita di Donna, dagli stili di vita all'alimentazione in gravidanza.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti