Controindicazioni al parto VBAC


L'unica vera grossa controindicazione al VBAC e' se durante il precedente cesareo è stata praticata l'incisione uterina longitudinale, oramai molto rara, perché in questo caso il rischio di rottura dell'utero aumenta di almeno 4 volte con esiti spesso gravi.

Avere un altro parto entro 18 mesi dal precedente taglio cesareo sembra aumentare il rischio di un'eventuale rottura d'utero, ma non e' una controindicazione assoluta. In generale lasciare che tra le gravidanze intercorrano almeno 18-24 mesi e' raccomandabile per la salute di una donna.

Devi sapere inoltre che l'induzione del travaglio comporta un rischio aumentato di 15 volte di rottura d'utero. Detto questo non vi sono controindicazioni particolari, a prescindere dal motivo che ti ha portato a fare il primo taglio cesareo, a meno che vi fosse una condizione medica indiscutibile tuttora presente.

Per esempio chi ha dovuto ricorrere al taglio cesareo per placenta previa dovrà ricorrere nuovamente all'operazione se la condizione di una placenta di fronte alla bocca dell'utero dovesse ripresentarsi.

Pubblicità


Molte donne si sentono dire che siccome hanno fatto il taglio cesareo perché non si dilatavano non potranno mai partorire: non e' vero, molte difficoltà nel travaglio sono date proprio dall'ambiente medicalizzato in cui si svolge il travaglio.

Ad altre viene detto che fanno bambini troppo grossi e che il primo non c'e' passato non ci passerà di certo un altro: anche questo non e' vero dal momento che molte donne hanno fatto VBAC con figli molto più grossi del precedente nato da taglio cesareo per "sproporzione feto-pelvica".

Non necessariamente le condizioni che hanno portato al primo taglio cesareo si ripresenteranno. Non sempre il primo taglio cesareo e' stato effettuato per motivi essenziali o era indispensabile.

Cosa può succederti

Abbiamo visto come le statistiche degli studi retrospettivi confermino come i disagi e le possibili complicanze per madre e bambino siano nettamente superiori per chi si sottopone a taglio cesareo ripetuto rispetto a chi sceglie il VBAC, dato che ha portato numerosi enti a livello internazionale a consigliare di non sottoporre le donne già cesarizzate ad un nuovo cesareo.

Ogni 300 casi circa di travaglio dopo cesareo può verificarsi una rottura dell'utero che in alcuni casi (non realmente quantificabili) può portare a conseguenze gravi come: isterectomia, trasfusioni, danni cerebrali e morte del bambino. Dette conseguenze sono possibili anche nel corso di un taglio cesareo ripetuto.

Vi sono comunque dei segnali che avvisano di una possibile rottura dell'utero e che possono permettere di effettuare un TC urgente nell'arco di 15-20 minuti in modo da minimizzarne le conseguenze. Per questo può essere molto utile controllare la frequenza cardiaca del bambino con il monitoraggio cardiotocografico (CTG) continuo durante la fase attiva del travaglio.

Anche con il CTG continuo e' possibile una certa libertà di movimento in travaglio. Se l'assistenza e' fornita da un'ostetrica dedicata (one to one) si può chiedere che il battito venga auscultato a intermittenza, purché frequentemente. Infatti delle decelerazioni importanti del battito cardiaco fetale (BCF) possono segnalare in anticipo una possibile rottura dell'utero.

E adesso?

  • Se scegli di effettuare un VBAC potresti avere difficoltà a trovare chi ti sostenga, contattaci e cercheremo di aiutarti.
  • Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti contattaci e cercheremo di risponderti il prima possibile.
  • Anche se hai già prenotato un taglio cesareo puoi cambiare idea in qualunque momento.

Anche se dovessi avere bisogno di ripetere un taglio cesareo durante la prova di travaglio sappi che ci sono degli aspetti positivi da considerare:

  • per il tuo bambino il travaglio significa mettersi nelle condizioni migliori per affrontare la vita all'esterno dell'utero.
  • per molte donne avere travagliato aiuta a sapere di aver fatto tutto quello che potevano per ottenere il meglio per se stesse e per il bambino. Se non si prova si perde sicuramente.

di Ivana Arena

Letture consigliate

Ivana Arena – Dopo un cesareo – Bonomi editore 2007

Ina May Gaskin – La gioia del parto- Bonomi editore 2003

Verena Schmid – Venire al mondo e dare alla luce – Urra 2005

Ivana Arena ha pubblicato il libro: "Dopo un cesareo - Come rispondere alle esigenze di mamma e bambino" ed. Bonomi - 13,52 euro.

Lo puoi acquistare online direttamente dalla Casa Editrice.

N ARGOMENTO:

Parto naturale dopo un cesareo, come decidere

GRAVIDANZA:

Pagina aggiornata il 9 luglio 2007

Gravidanza

Sei incinta? Ecco cosa fare. Quali esami in gravidanza e quando, la diagnosi prenatale, le malattie in gravidanza, il parto naturale, l'epidurale e il cesareo. La guida di Vita di Donna, dagli stili di vita all'alimentazione in gravidanza.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com