Lavoro e diritti: assunzione, visita medica e discriminazione


Assunzione: lettera, visita medica, divieto di discriminazione

La lettera di assunzione

Uno dei primi atti da compiere al momento dell'assunzione è quello di verificare la conformità tra la lettera di assunzione e il contratto collettivo applicato nel luogo di lavoro.

I contratti collettivi generalmente richiedono la forma scritta del contratto e stabiliscono quali sono le informazioni che il datore di lavoro deve comunicare al nuovo dipendente.

L'atto scritto è un obbligo per i rapporti di lavoro dipendente, ma anche per contratti di lavoro come quello a progetto, che la legge classifica come una tipologia di lavoro autonomo (art.62D.lgs.276/03).

A questo punto è buona norma la conoscenza precisa del proprio contratto collettivo.

Da esso si deve in ogni caso partire per verificare la corretta applicazione dei diritti e degli obblighi del lavoratore.

Infatti in base al principio dell'Inderogabilità in peggio (art. 2077 del Codice Civile) le condizioni stabilite nel contratto individuale (o lettera di assunzione) non possono essere in alcun modo inferiori a quelle previste dalla contrattazione collettiva.

Divieto di discriminazione

Nello scegliere i propri dipendenti il datore di lavoro non può adottare comportamenti discriminatori.

Sono infatti vietati per legge:

  • indagini sulle opinioni politiche o sindacali;
  • discriminazione tra uomini e donne;
  • indagini sullo stato di gravidanza;
  • indagini sulla sieropositività;
  • la richiesta di mostrare il certificato penale se non per specifiche mansioni.

Visita medica

La gran parte dei contratti concedono facoltà al datore di lavoro di controllare l'idoneità fisica della persona che intendono assumere.

La visita medica è invece un obbligo quando si assume un minore di diciotto anni (art. 8 L. 977/67) e per una serie di lavorazioni che comportano specifici i rischi (art.34 DPR 303/56).

Pubblicità

Argomenti Correlati

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582