Come cambia il part-time


Il part-time: cancellati gli obbrobri della legislazione precedente.

Clausole elastiche e flessibili: si tratta del potere del datore di lavoro di variare la prestazione lavorativa del part-time, sia riguardo alla distribuzione dell'orario (clausola flessibile), sia riguardo all'aumento della durata (clausola elastica), dietro preavviso e con compensazione.

La legge cancella due disposizioni particolarmente gravi della passata normativa, che prevedevano la possibilità, in assenza di pattuizioni contrattuali collettive, di stabilire le clausole elastiche e flessibili direttamente tra datore di lavoro e lavoratore (più spesso lavoratrice).

Adesso solo la contrattazione collettiva ha tale facoltà e solo la contrattazione collettiva può definire "termini, condizioni e modalità" di questa facoltà.

Diritto di precedenza: rimediando ad una norma della passata legislazione, si riconosce il diritto di precedenza del lavoratore a part-time di occupare posti di lavoro a tempo pieno qualora si rendessero disponibili. Prima ciò era esigibile solo se previsto dal contratto individuale.

Part-time temporanei per cure e/o assistenza: il dipendente pubblico o privato, se affetto da patologie oncologiche o il parente entro il terzo grado di persona affetta da simili patologie, possono trasformare temporaneamente il rapporto ai fini della cura e/o dell'assistenza, con possibilità, al rientro di ritornare al rapporto di lavoro antecedente.

Lavoro supplementare: resta la norma già in vigore da tempo che garantisce la natura volontaria della prestazione supplementare solo se un tetto non fosse stato previsto dalla contrattazione collettiva.

Tale norma, però, è largamente superata da tutti i CCNL che hanno ribadito la natura volontaria di questa prestazione, come previsto dalla giurisprudenza costituzionale (sentenza 210 del maggio 1992).

Esce di scena il lavoro in somministrazione a tempo indeterminato

La legge ha cancellato del tutto la fattispecie del lavoro in somministrazione a tempo indeterminato.

Lavoro intermittente: abrogato

Solo nei settori del turismo e dello spettacolo i contratti nazionali "possono prevedere la stipula di specifici rapporti per lo svolgimento delle predette prestazioni durante il fine settimana, nelle festività, nei periodi di vacanze scolastiche e per ulteriori casi, comprese le fattispecie già individuate ai sensi dell'articolo 7 O, comma 3, del D.Lgs. 368/01".

Questi contratti dovranno indicare le condizioni, i requisiti e le modalità connesse allo svolgimento di tali attività, il vincolo a che le condizioni economiche e normative non siano inferiori a quelle previste per i dipendenti, e una previsione di una possibile "indennità di disponibilità" per i periodi a disposizione.

Riforma del Tfr: come cambia?

Pagina aggiornata il 21 aprile 2008

Pubblicità

Argomenti Correlati

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582