L'inferno per i malati di Alzheimer, arrestate 15 persone


SASSARI - Un consigliere regionale e altre 14 persone sono state arrestate per una truffa ai disabili e ai malati di Alzheimer. Venivano picchiati, le violenze sono state riprese in video dalle telecamere dei carabinieri.

Alzheimer

L'Associazione Italiana Operativa Neuropsichiatrica (Aion), una onlus fondata nel 2011 dai neurologi sassaresi Giuseppe Dore e Marinella D'Onofrio, nascondeva i raggiri e le violenze.

In questa brutta storia finisce anche Antonello Peru, consigliere regionale del Pdl. L'accusa è quella di aver fatto stipulare una convenzione tra l'Asl di Sassari e l'associazione finita nel mirino degli inquirenti.

Così, secondo l'accusa, l'Aion lucrava profitti con i contributi della Regione Sardegna, le donazioni dei famigliari dei pazienti, viste specialistiche e la vendita di pubblicazioni.

Quello che invece si celava dietro al paravento formale dell'associazione era una realtà di gravi violenze fisiche e psicologiche perpetrate nei confronti dei pazienti. Le prove raccolte con le riprese video dei carabinieri hanno così portato all'arresto di 15 persone.

I due fondatori dell'associazione, Giuseppe Dore e Marinella D'Onofrio, avevano messo a punto un "protocollo terapeutico", definito psiconeuroanalisi.

Diffuso tra gli addetti ai lavori, anche a livello nazionale, come una terapia efficace per la cura del morbo di Alzheimer e delle forme più comuni di demenza, il protocollo si è rivelato invece un inferno per i pazienti.

La "cura", non validata da nessuna evidenza scientifica, prevedeva l'interruzione di ogni terapia farmacologica. Le medicine erano invece sostituite da maltrattamenti, percosse e torture in cui i pazienti venivano mantenuti svegli anche per 48 ore.

Legati mani e piedi, i pazienti erano costretti ad ascoltare ininterrottamente la voce di Dore, diffusa con degli altoparlanti, che propinava una "terapia" definita dallo stesso un "principio aureo" dagli effetti curativi.

Nel frattempo i pazienti che non ottemperavano ai compiti assegnati, come muovere le dita della mani o svolgere esercizi di memoria, venivano torturati con la privazione del cibo o del sonno, fino allo strizzamento dei capezzoli o la compressione dei genitali.

A cavallo tra il 2011 e il 2012 due pazienti sono stati trasportati al pronto soccorso a seguito di gravi lesioni. Da qui è partita l'indagine dei carabinieri.

Il coinvolgimento nella vicenda del consigliere regionale Antonello Peru (Pdl), sarebbe in relazione al fatto che il politico si sarebbe attivato per far ottenere all'Aion una convenzione con la Asl di Sassari che consentisse anche di utilizzare i locali dell'Ospedale Alivesi di Ittiri.

4 agosto 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582