Femminicidio di Meredith Kercher, lettera aperta


Lettera aperta
Alla Presidente della Giunta Regionale dell'Umbria' Maria Rita Lorenzetti; Al Presidente del Consiglio Regionale dell'Umbria' Mauro Tippolotti; Al Presidente della Provincia di Perugia ' Giulio Cozzari; Alla Presidente del Consiglio Provinciale di Perugia ' Annina Botta; Al Sindaco del Comune di Perugia ' Renato Locchi ; Al Presidente del Consiglio Comunale di Perugia ' Roberto Ciccone ; Alla Rettrice dell'Università  per Stranieri di Perugia ' Stefania Giannini; Al Rettore dell'Università  degli Studi di Perugia ' Francesco Bistoni;
Gent.me/i Signore e Signori,
  • poiché è ormai passato più di un mese dal femminicidio di Meredith Kercher e poiché questo è divenuto un luogo simbolico in cui come donne e uomini di questa città  ci sentiamo 'uccise/i' e travolte/i noi stesse/i,
  • poiché al di là  delle notizie scandalistiche da 'droga, sesso e rock duro', siamo ancora profondamente ferite/i da questo barbaro assassinio che mostra alcune terribili verità  sulla città  di Perugia,
  • poiché questo non è che un episodio di tanti meno noti e altrettanto tragici casi di violenza, ripetuta, quotidiana, costante e sempre incivile che si attua nel nostro Paese,
  • poiché le varie forme di violenza fisica, psicologica,economica, sono la causa del 70% delle patologie delle donne e la 1° causa di morte per le giovani, fino a raggiungere le cifre assurde di oltre 14 milioni di donne vittime (dati ISTAT);
Chiediamo da parte vostra la dichiarazione di una 'giornata della memoria ' per il giorno 31 gennaio 2008 , a tre mesi dalla morte di Meredith, che sia un forte momento di riflessione e di sdegno anche da parte delle Istituzioni, da tenersi all'interno dell'Università  per gli stranieri, per mostrare come questa regione e questa città , che sono state e vogliono essere in futuro attente ai diritti e alla qualità  della vita, anche dell'ultima/o delle donne e degli uomini, abbiano uno scatto di orgoglio e trovino una forma di riscatto dalla logica del 'non ci riguarda'.

Ci riguarda eccome! vogliamo tenere gli occhi aperti, lo sguardo aperto e lontano: far crescere i ragazzi e le ragazze, i bambini e le bambine, far vivere le anziane e gli anziani, in un mondo dove si possa sperare che la violenza e la sopraffazione possono essere affrontate, punite e sconfitte con particolare attenzione delle istituzioni, oltre che dai comportamenti individuali.

Crediamo che un esempio di assunzione di responsabilità , non solo individuale, ma collettiva, quale le istituzioni dovrebbero rappresentare in una democrazia non cieca e non 'zoppa' di un genere, come è ora la nostra in Italia (84° posto nel mondo per le Pari Opportunità ), debba essere dato.

Confidiamo nel vostro appoggio, che prenderà  voce contro il femminicidio e la violenza sulle/contro le donne in modo ufficiale e non solo ufficiale. Costruiamo a breve in tutto il territorio regionale, progetti concreti e strutture utilizzando anche i fondi europei e nazionali dove questo fenomeno che colpisce una donna su tre nel corso della vita, generalmente tra le mura domestiche ed all'interno della rete degli affetti e delle conoscenze, trovi finalmente risposta concreta e contrasto culturale.

Ricostruiamo in tutte le città  umbre e nelle Università  , quella rete di accoglienza e di rapporti che facciano sentire le/gli studenti, le donne e gli uomini di tutte le età , inseriti nel contesto sociale e culturale in cui hanno scelto di vivere e di studiare.

Non è solo 'questione di immagine', (anche se l'immagine nel mondo attuale è anche uno degli strumenti dello sviluppo!) ma noi ci teniamo a che l'Umbria, e Perugia in particolare, in Italia, in Europa e nel Mondo, torni e continui ad essere un sinonimo di cultura, attenzione alla persona, alla democrazia, alla pace e al rispetto tra le donne e gli uomini. Fiduciose nella vostra attenta e partecipe risposta.

FIRME Marina Toschi - Consigliera di Parità  Regione Umbria, Daniela Margheriti- Comp. del Consiglio di Amm. dell'Università  per gli Stranieri di Perugia, Rita Persichini- Ufficio Consigliera Regionale di Parità , Rosalba Antonini - Ufficio Consigliera Regionale di Parità , Mary Mancinelli- CNA Provincia Perugia, Eustochia Delle Rose- Animatrice di strada, Erminia Emprin - Senatrice di Rifondazione Comunista, Adelaide Coletti- Resp. Reg. politiche di genere PRC- Umbria ' Coord. Naz.Rete femm. S. Europea, Silvia Marconi- Commercialista, Maria Pia Serlupini ' Consigliera delegata alle Pari Opportunità  del Comune di Perugia, Vera Magini - Delegata alle politiche delle differenze e pari opportunità  del Comune di Perugia, Nicoletta Boldrini - Consigliera di Parità  supplente per la Provincia di Perugia, Isabella Rossi ' Traduttrice, interprete e pubblicista, Lorena Pesaresi - Consigliera comunale di Perugia -Gruppo Partito Democratico, Raffaella Chiaranti- Consigliera di Parità  Provincia di Terni, Fiorella Liverani- Consigliera del Com. Naz. di Parità  e Pari Opp. Min del Lavoro, Tiziana Boirivant ' Grafica, Maria Grazia Brinchi -Consigliera del Com.Naz.di Parità  e Pari Opp. Min. del lavoro, Nala Turkovich Giulietti -Presidente dell'Associaz. Impr.'Terziario Donna'Confcomm. Perugia, Alessandra Sensini Prof.- Microbiologia Università  - Presid. Comitato P. O. dell'Università  Perugia, Arianna Tassi- precaria, Barbara Tassi -studentessa Giordano Bruno, Anna Persichini -Direttore di Arte Impresa Leader, Psicologo e Commercialista, Valentina Forti -cittadina di Perugia, Alessandra Oddi Baglioni -Commissione Nazionale Pari Opportunità , Patrizia Proietti -Coordinatrice Commissione Pari opportunità  della Provincia di Perugia, Maria Paola Sabbatini- Componente Commissione Pari Opportunità  della Provincia di Perugia, Francesca Leone- Componente Commissione Pari Opportunità  della Provincia di Perugia, Marta Siena - Componente Commissione Pari Opportunità  della Provincia di Perugia, Danila Baldo - Consigliera di Parità  Provincia di Lodi, Maria Zeppitelli - 'Donne impresa' Coldiretti, Maria Anna Fanelli- Consigliera di Parità  della Regione Basilicata, M.Rosaria Di Tolla- Consigliera supplente Regione Basilicat

Pagina pubblicata il 15 dicembre 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti