Aborto, UDI: libertà condizionata quella delle donne?


(Roma) 'Come si fa a non sospettare che il periodico rigurgito' sulla 194? non sia in realtà il solito espediente per ricordare a tutte che la nostra è una libertà condizionata?

La verità  per le donne dell'UDI - è che le richieste di modifica della 194 prescindono dalle statistiche e dalla stessa realtà: l'aborto tra le italiane è in costante diminuzione, la natalità è aumentata, sono costrette a ricorrere all'aborto soprattutto le donne straniere che non possono liberamente accedere alla contraccezione.

La verità è che abbiamo davanti un Parlamento che balbetta e nel quale la laicità annaspa. Fuori e dentro di esso, la Cei con toni insinuanti e ipocritamente protettivi nei confronti delle donne, interviene a reclamare modifiche, pur mostrandosi refrattaria, come sempre, alla contraccezione.

E' vero, la legge 194 ha 30 anni e forse si potrebbe insieme - uomini e donne, cattolici e laici, italiane e immigrate - ragionare per renderla più funzionale e più adeguata alle avanzate possibilità che la scienza ci offre: tutte le possibilità.

Ma, in assenza di atti e di parole che garantiscano un reale confronto, si alimentano l'ostilità e il dubbio che quello che si vuole veramente è contrastare la piena libertà per le donne di decidere: nei rapporti con l'altro sesso, sul lavoro, in politica e soprattutto rispetto al loro corpo fertile.



Questo è il vero problema. Non fonderemo niente di nuovo se non si mettono le basi per una responsabilità duale della vita. Dove duale non vuol dire che gli uomini decidono insieme alle donne della loro pancia, ma che uomini e donne fanno della loro differenza il possibile cardine per una convivenza civile.

Alla base di questa differenza c'è però una disparità: le donne hanno un corpo fertile, le donne possono concepire. E possono - se vogliono, quando vogliono - far nascere, quindi dare la vita. Quando una donna decide di non portare avanti una gravidanza, nei tempi e nei modi previsti dalla legge, assume una responsabilità di cui, in coscienza, è l'unica titolare.

Ogni essere umano è al mondo per volontà di una donna. Parliamo di questo. Non giriamo intorno al problema. La libertà delle donne passa per l'autodeterminazione e il suo esercizio segna i confini tra una possibile democrazia e l'inciviltà.

L'autodeterminazione femminile nella legge 194 è l'unica acquisizione di questa democrazia che possiamo traghettare in una democrazia paritaria come atto politicamente condiviso tra uomini e donne. Questi sono i termini della questione che noi riteniamo debbano essere discussi e lo faremo pubblicamente.

Ci renderemo ovunque visibili e riconoscibili e parleremo con uomini e donne di buona volontà che hanno a cuore un autentico dibattito politico. Lo faremo con chiarezza e fermezza, affinché la possibilità di decidere delle donne sia piena e autentica. Di decidere ovunque, nel mondo.

Ovunque, del nostro corpo.

UDI Unione Donne in Italia, Sede nazionale, via dell'Arco di Parma 15 00186, Roma Tel 06 6865884 - e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.udinazionale.org

Aborto. Applicazione della legge

Aborto. Interruzione di gravidanza. Come e dove. Il test?

ABORTO:

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582