Un medico abortista sulla vittoria di Trump: "Temo per la mia vita, temo per le mie pazienti"

Nel recarmi al mio studio per visitare donne per l'aborto, mi sono sentito in lutto: tutti i miei presupposti sulla vita, sul lavoro, sull'istruzione, sul futuro non c'erano più.

Antiabortisti, Trump

Qualcosa di molto profondo nell'America che io conosco era andato distrutto con l'elezione a presidente di Trump.

Uno dei motivi alla base delle mie sensazioni è che, per gli ultimi 45 anni, ho dedicato la mia carriera di medico, le competenze, la vita all'assistenza di donne che avevano bisogno della mia assistenza per abortire in modo sicuro.

E' questa la mia definizione della pratica medica: una nobile arte che comporta l'aiutare altre persone ad un livello di altissimo coinvolgimento personale.

E non c'è nulla di più intimo, personale, privato per una donna del decidere se avere un bambino o porre fine ad una gravidanza.

Questo lungo arco di vita dedicato ad aiutare queste donne significa per me, prima di tutto, che io ho una casa, una famiglia, un ufficio, dei collaboratori, un lavoro che mi soddisfa profondamente, e tutte le correlazioni e gli obblighi finanziari che queste cose comportano. Ho però vissuto questi 45 anni sotto costante stress. Proteste anti-aborto mi hanno preso di mira personalmente. Ho ricevuto innumerevoli minacce di morte a causa dell'importante lavoro che svolgo.

Pubblicità


Sono sopravvissuto, ma alcuni dei miei colleghi ed amici sono stati assassinati da fanatici antiabortisti.

Donald Trump ha detto che le donne andrebbero punite per aver abortito. Il candidato alla posizione di vice di Trump, il governatore dell'Indiana Mike Pence, ha incentrato la sua carriera pubblica principalmente sull'attacco all'aborto.

Con Trump come Presidente e con i nemici dichiarati dell'aborto che controllano entrambe le Camere del Congresso, mi sto chiedendo se posso lasciare il paese per qualsiasi scopo con la certezza che mi sarà concesso di tornare. Che cosa succederebbe se i repubblicani non mi lasciassero rientrare nel mio paese? Cosa sarebbe della mia vita, allora?

Sembra irrazionale, ma le persone ora a capo del nostro governo non sono persone razionali. Hanno espresso il proprio odio per il lavoro che svolgo per le donne. Non importa loro che io sia un cittadino e un medico.

Mi sento oggetto di ostilità, di un potere arbitrario sfrenato.

Infatti, una settimana fa ho ricevuto una lettera da brivido dal rappresentante Marsha Blackburn (R-Tenn.), Il membro più ferocemente anti-abortista del Congresso, che presiede il Select Investigative Panel on Infant Lives. Nella lettera mi si richiede di presentare un gran numero di documenti, comprese le cartelle cliniche delle pazienti nel caso di gravidanza oltre le 22 settimane. Ho tempo fino al 21 novembre.

Il Panel è alla ricerca di prove che io stia vendendo "parti del corpo del bambino." Ha il potere di citazione in giudizio e mi può citare per oltraggio del Congresso se non consegno tutto entro la scadenza.

E 'spaventoso. Siamo di fronte ad una caccia alle streghe.

Sono un medico che aiuta le proprie pazienti, e vengo trattato come un criminale.

Il procedimento della Camera stellata del Select Investigative Panel on Infant Lives è un progetto di identificazione-bersaglio per gli assassini antiaborto.

E' terrificante.

A un livello più profondo, non ho fiducia che Trump e la leadership repubblicana corrente proteggeranno la mia vita e la mia libertà a causa del lavoro che faccio per aiutare le donne. Il loro molestarmi pubblicamente aumenta il mio rischio di assassinio. Trump è un uomo che non sembra preoccuparsi affatto della difesa della Costituzione, compresi i diritti civili e la libertà di parola.

Minaccia la violenza contro i membri della stampa e contro coloro che non sono d'accordo con lui. I suoi atteggiamenti vili, volgari, arroganti nei confronti delle donne hanno rappresentato lo sfondo violento della sua campagna fin dall'inizio.

Trump minaccia il mondo con l'instabilità nucleare. Come può essere il presidente di un paese che rappresenta la libertà.

Fin dal Roe Versus Wade (1), la legislazione federale e decisioni dei tribunali ci hanno colpito ma solo indirettamente. Ci sono stati numerosi tentativi di colpirmi a livello statale da quando ho iniziato a praticare aborti in Colorado nel 1973. Molti di questi disegni di legge erano diretti in modo specifico a me e alla mia pratica medica. Ho testimoniato contro di loro decine di volte, a volte sotto scorta armata. Con l'aiuto di comunità pro-choice e leader politici, ho visto la maggior parte di questi disegni di legge sconfitti.

Ma l'elezione di Trump, abbinata al controllo continuo del Congresso da parte dei repubblicani antiabortisti implementa la minaccia nei confronti di quanto facciamo per aiutare le donne. Ora questa minaccia è più alta che mai. Trump può impunemente firmare la legislazione anti-abortista più restrittiva. Dopo aver sostituito alcuni giudici della Corte Suprema, Roe vs Wade (1) sarà ribaltato, e saremo tutti in balia di legislature statali ancora più conservatrici.

Tutto questo mi scoraggia profondamente, in special modo perché vorrei trasmettere a uno o due giovani medici che possano proseguire il mio importante lavoro quando io non potrò più.

Cosa posso dire ad un giovane medico rispetto il futuro? Ogni giorno è una lotta per la sopravvivenza.

di WARREN M. HERN – 11 novembre 2016

Traduzione di Marina del Monte

(1) Roe contro Wade (Roe vs. Wade in inglese) è una contestata sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti d'America del 1973 che rappresenta uno dei principali precedenti riguardo alla legislazione sull'aborto.

Aborto, come e dove

Aborto, la legge e i diritti

Trump toglie i fondi alle Ong, l'Olanda lo sfida con un Fondo internazionale per l'aborto

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta