Immigrata malata di cancro, trascinata in manette

Una malata di cancro "è stata trascinata via in manette" in una retata anti-immigrazione nella sua casa di Edgbaston.

Pubblicità


La nostra amica di Facebook Samantha Price, ci segnala un articolo del Birmingham Mail che tratta del caso giudiziario che l'ha vista protagonista.

Samantha Price ha dichiarato: "Sono stata trattata come un'assassina."

Una malata di cancro ha detto di essere stata trascinata via in manette dopo che degli agenti dell'ufficio immigrazione sono piombati nella sua casa a Birmingham.

L'americana Samantha Price, di trentacinque anni, è trattenuta nel centro di detenzione Tinsley House vicino Gatwick, dal 21 febbraio.

Sta per essere cacciata dal Regno Unito e sta per affrontare una lunga separazione da suo marito David, nativo di Birmingham,in un momento di rinnovato timore per la sua salute.

La coppia non può nemmeno andare negli Stati Uniti per vivere insieme lì, visto che David è stato espulso dall'America fino all'anno prossimo per essere rimasto con un visto scaduto.

Gli Affari Interni hanno confermato che sono in corso i preparativi per l'espulsione di Samantha dal Regno Unito.

Ma lei afferma che l'unico crimine che ha commesso è stato quello di innamorarsi di un uomo di un altro paese. "Se sarò rispedita negli Stati Uniti, non avrò nessuna famiglia lì ad attendermi e sarò da sola." dice Samantha

"Voglio stare nel Regno Unito con lui ma sono stata punita per essermi innamorata di un uomo di un altro paese. Voglio lavorare qui e farmi una vita, ma loro lo stanno rendendo impossibile."

Il contenzioso è iniziato quando Samantha ha scoperto di avere i sintomi del cancro nel 2011, mentre il visto turistico stava scadendo. A lei non è stata diagnosticata la malattia prima del 2013, ma afferma di non aver avuto nessun rapporto con gli agenti anti-immigrazione in quei tre anni.

Samantha inoltre afferma che le era stato detto di presentarsimensilmente per controlli ma di aver smesso di farlo a gennaio perché stava male. Dato che il contenzioso andava avanti, ha cercato una rappresentanza legale ma è stata arrestata il mese scorso nell'appartamento della coppia a Edgbaston. Parlando al Birmingham Mail dal centro di detenzione, ha affermato:

"Hanno fatto irruzione nel nostro appartamento alle otto di sera e mi hanno portato via in manette come se fossi un'assassina. Mi hanno gettata in una cella in un commissariato a Birmingham per due notti. Sono stata rinchiusa insieme a veri criminali nonostante il mio unico crimine fosse quello diessere rimasta con un visto scaduto. Poi sono stata portata a Gatwick ed è stato un incubo.

David è tutto quello che ho e non posso sopportare di stare lontano da lui. Lo conosco da 18 anni e sono la moglie di un cittadino britannico. Siamo veramente innamorati, anche se siamo stati separati brutalmente."

La trentacinquenne Samantha, sposata da dodici anni con lo chef David, ha detto che prima di essere arrestata aveva avuto paura che il cancro fosse riapparso. Ha affermato che quando è stata arrestata stava aspettando un appuntamento per una risonanza magnetica e per sottoporsi a una radiografia ai raggi X.

La coppia si è sposata in Texas nel 2004 dopo una turbinosa storia d'amore. Si sono trasferiti nel Regno Unito tre anni dopo che David si era trattenuto negli Stati Uniti con un visto scaduto.

Il portavoce degli Affari Interni ha dichiarato:

"La signora Price ha soggiornato nel Regno Unito illegalmente dal 2011 dopo che il suo visto da turista valido per sei mesi era scaduto." "Siamo consapevoli del fatto che lei si fosse sottoposta alla terapia per il cancro nel 2014 e il Dipartimento per l'Immigrazione si è occupato dalla signora Price, ritardando l'espulsione negli Stati Uniti in modo che potesse sottoporsi alla terapia."

"Le è stato chiesto di presentarsi al Dipartimento per l'Immigrazione regolarmente durante questo periodo, ma ha omesso di farlo." "La signora Price non ha regolarizzato la sua permanenza nel Regno Unito, e ha rifiutato l'opzione di ritornare negli Stati Uniti volontariamente molte volte."

"Per questa ragione, e solo dopo la terapia per il cancro, abbiamo predisposto i preparativi per la sua espulsione dal Regno Unito."

Traduzione di Eugenio Politi

18 marzo 2017

 

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta