Appello di Code Pink contro la lapidazione nel Kurdistan iracheno per ?delitti d?onore?


(Roma) Lo scorso 10 maggio Amnesty International aveva denunciato la morte, avvenuta per lapidazione, di Du'a Khalil Aswad, una ragazza diciassettenne di etnia Yezidi, avvenuta in pubblico il 7 aprile scorso da un gruppo di uomini, inclusi alcuni suoi parenti, perché ritenuta colpevole di un 'crimine d'onore'.

La ragazza, infatti, aveva intrapreso una relazione con un ragazzo sunnita, che l'avrebbe convertita alla sua religione. Centinaia di persone hanno assistito alla lapidazione, alcune delle quali hanno registrato la morte della ragazza con dei cellulari.


I 'delitti d'onore' in Iraq, in particolare nella regione del Kurdistan, nonostante i due decreti governativi ' del 2000 e 2002, che vietano le attenuanti in caso di omicidio d'onore 'l'articolo 128 del codice penale iracheno consentedi mettere in atto tale pratica e le autorità  giudiziarie irachene lo hanno sempre utilizzato per giustificare gli omicidi d'onore e mitigare le sentenze di coloro che si erano macchiati di tali crimini.

Il governo regionale curdo, per il quale l'omicidio è avvenuto in un'area amministrata dalle autorità  irachene, ha condannato la lapidazione di Du'a Khalil Aswad e ha chiesto che i responsabili vengano portati davanti alla giustizia. Amnesty International ha accolto con favore questa dichiarazione e ha scritto al governo regionale che i responsabili di tali crimini siano consegnati alla giustizia e processati in modo equo, senza ricorso alla pena di morte.

All'azione di Amnesty si è aggiunta di recente quella di Codepink Women for Peace, associazione nota per la sua campagna di pressione sul Congresso Usa per porre fine alla guerra in Iraq.

Anche Code Pink ha lanciato a livello internazionale un appello a firmare una petizione al Governo iracheno e al Governo regionale del Kurdistan perché condannino la brutale lapidazione di Du'a Khalil Aswad,denunciando ancora una volta il deterioramento dello stato dei diritti delle donne dopo l'invasione Usa.

Per firmare la petizione: www.codepink4peace.org

Per ulteriori informazioni sulla situazione delle donne irachene:Organization of Women's Freedom in Iraq http://equalityiniraq.com/english.htm

(Delt@ Anno V°, N. 134 dell'11 Giugno 2007

Pagina pubblicata il 14 giugno 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti