Fruendo, che brutta storia per gli ex MPS


Proclamato lo stato di agitazione, assemblee in tutta Italia. I sindacati chiedono trasparenza sui dati di bilancio ma Fruendo la nega. I sindacati: "ci appaiono ombre poco rassicuranti, sia sui giri economici che intervengono tra le aziende sia sulla correttezza delle modalità prevista dai vari accordi".

Sindacati Fruendo

Fruendo, Banca MPS, Bassilichi, Accenture, esternalizzazioni. Chi ci legge forse ignora la questione, ma ci siamo occupate nel dicembre del 2013 del dramma delle esternalizzazioni Mps (leggete qui) perché interessate da molte donne che lavoravano per la banca.

Oggi quelle donne, allora preoccupate, sono esternalizzate e terrorizzate. Hanno ancora contattato la nostra associazione e i loro racconti appaiono, purtroppo, una storia già vista, una brutta storia.

Dal gennaio del 2014 non sono più dipendenti Mps, ma sono passate alla Fruendo Srl. Ad oggi la situazione, raccontata nei comunicati sindacali, è tutt'altro che rassicurante.

Ci raccontano che in occasione dell'ultimo incontro tenutosi nel mese di settembre la delegazione aziendale abbia manifestato difficoltà di inserimento nel mercato "anche a causa dello stato vertenziale sul piano legale". Va infatti ricordato che dei 1.066 dipendenti esternalizzati, circa 750 hanno fatto ricorso al giudice.

Ci raccontano che in quell'incontro gli esponenti della Fruendo hanno snocciolato alcuni dati di bilancio: "un utile banale di 202.000 euro per il 2014 ed una perdita prevista intorno ai 400.000 euro per il 2015".

"Troppe volte si è visto un film simile! - scrivono i sindacati - si esternalizza un gruppo di lavoratori, il primo anno si fa un bilancio in pareggio, il secondo i dati diventano zoppicanti, dal terzo inizia il precipizio ed i posti di lavoro ballano!".

Ci raccontano che di fronte alla richiesta sindacale di fare luce su alcune voci di bilancio, la delegazione della Fruendo abbia risposto negativamente. "Ci appaiono ombre poco rassicuranti - si legge nel comunicato sindacale - sia sui giri economici che intervengono tra le aziende sia sulla correttezza delle modalità prevista dai vari accordi; non comprendiamo chi lavora per chi, e neanche se tutto questo sia conforme alle norme".

Insomma una brutta storia che, è la nostra sensazione, potrebbe travalicare i confini del diritto civile per passare ad altra disciplina giudiziaria. "Attraverso il nostro legale - ci racconta una delle donne mostrandoci una lettera - abbiamo recentemente diffidato la Banca d'Italia affinché vigili, altrimenti denunciamo anche lei".

Le donne ci lasciano l'ultimo comunicato stampa sindacale che volentieri pubblichiamo.

COMUNICATO

Con riferimento alle dichiarazioni rilasciate dai massimi esponenti di Fruendo e Bassilichi ad alcuni organi di stampa le scriventi OO.SS. di Fruendo, gruppo Bassilichi, precisano quanto segue.

1. La notizia che il bilancio 2014 di Fruendo è in attivo per 202.000 euro, mentre quello previsionale del 2015 parla di una perdita di circa 400.000 euro non è una astrusa invenzione di sindacalisti o personaggi in cerca di protagonismo, bensì la dichiarazione ufficiale al tavolo delle relazioni sindacali rilasciata dalla delegazione aziendale Fruendo, e riportata nei comunicati sindacali e, successivamente, dalla stampa; nessuno ha inventato niente.

2. Siamo ben lieti che il gruppo Bassilichi sottolinei la propria storia e le proprie intenzioni di tutelare l'occupazione; sarebbe meglio lo facesse con i fatti al tavolo delle trattative in Fruendo, ove da due anni le scriventi OO.SS. cercano un accordo integrativo con impegni esigibili sulla integrità aziendale (nessuna cessione a terzi) e sul mantenimento dei 7 poli di Fruendo (Abbiategrasso, Mantova, Padova, Firenze, Siena, Roma, Lecce), nonché sulla gestione di eventuali riorganizzazioni o problemi di bilancio tramite l'ammortizzatore di settore, il Fondo di accompagnamento all'esodo (una forma soft di prepensionamento previsto dal CCNL del credito) senza che Fruendo abbia accolto tali proposte. Però Fruendo propone incentivi minori per chi offra dimissioni volontarie, dimostrando come il problema degli organici in realtà esista e dichiara ufficialmente di non avere attività adeguate per i molti quadri direttivi in organico.

3. La affermazione che "i risultati dei conti economici delle singole società controllate non sono indicativi dell'andamento economico del gruppo Bassilichi in quanto si riferiscono a "fabbriche di servizi integrati all'interno di un processo produttivo che interessa tutto il gruppo" è strumentale e fuorviante; nessuno ha parlato di crisi del gruppo, ma di preoccupazioni dei lavoratori di Fruendo per il bilancio di Fruendo; se la FCA fa utili di gruppo a livello mondiale ma perde milioni in Brasile, qualcuno garantisce i posti di lavoro brasiliani con gli utili del Canada? Inoltre la "fabbrica di servizi integrati in un processo produttivo che interessa tutto il gruppo" non possiamo sapere se esista nel resto del gruppo; certamente non in Fruendo, che svolge per il 90% servizi specifici per MPS con lavoratori esternalizzati da MPS, sui sistemi informatici di MPS, con normative MPS, e per il 10% attività girate a Fruendo dai soci stessi, per nulla integrate con quelle MPS.

4. I lavoratori di Fruendo non hanno accesso – dall'inizio, quasi due anni fa – alla parte variabile di salario prevista dal CCNL; sia perché Fruendo rifiuta di parlarne in un accordo integrativo aziendale che – come detto – è impossibile perseguire, sia perché il bilancio di Fruendo – del quale non riusciamo a conoscere le voci! – non lascia spazi per tali istituti.

5. L'azienda vanta l'esistenza di un contratto con MPS di ben 18 anni: inutilmente chiediamo da due anni di sapere se e come tale contratto garantisca la redditività dell'azienda e – quindi – i livelli occupazionali

Per quanto sinteticamente espresso riteniamo che i lavoratori di Fruendo abbiano validissimi motivi di preoccupazione; comprendiamo come la parte datoriale abbia a cuore la propria immagine, ma la disinformazione è cosa differente.

SEGRETERIE DI COORDINAMENTO FRUENDO

2 ottobre 2015

Pubblicità

Argomenti Correlati

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo