Omeopatia, fenomeno in crescita tra le donne italiane


Il ricorso alle medicine omeopatiche è sempre più diffuso, soprattutto tra le donne che seguono il consiglio del proprio medico o del farmacista. Molte vorrebbero però saperne di più del prodotto e lamentano l'assenza del foglietto illustrativo.

Questi sono in sintesi i risultati dell'indagine, svolta dall'Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da), che ha coinvolto un campione di 1000 donne con età compresa tra i 25 e i 54 anni.

Il 72% del campione ha utilizzato almeno in un'occasione un prodotto omeopatico, più della metà (57%) ha riportato un'esperienza positiva.

Il primo approccio all'omeopatia è avvenuto nel 43% dei casi su indicazione del medico, nel 32% del farmacista, nel 26% su consiglio di un'amica.

Meno di un quinto delle donne si ritiene sufficientemente informato sull'argomento, per il 37% l'assenza del bugiardino nella confezione è un problema per un più agile utilizzo.

Per il 65% del campione il riconoscimento della medicina omeopatica è ancora troppo scarso.

Il dato certo è che la fiducia femminile nei confronti dell'omeopatia è un fenomeno in crescita. In linea generale il ricorso maggiore si verifica per le malattie influenzali o da raffreddamento.

Ma per Francesca Merzagora, presidente di O.N.Da, "L'integrazione fra omeopatia e allopatia si sta rafforzando" in diversi ambiti compresa l'oncologia dove i prodotti omeopatici trovano un utilizzo come supporto "nel mitigare gli effetti collaterali delle cure antitumorali".

Sull'efficacia dell'omeopatia si sono spesso accesi dibattiti, è in realtà una polemica mai sopita.

I detrattori di questa medicina alternativa sostengono che la sua efficacia non è mai stata dimostrata da studi o esperimenti scientifici. Anzi, le ricerche portate a termine secondo i rigidi principi della scienza medica (EBM Evidence based medicine) ne avrebbero dimostrato l'inefficacia.

Il "principio di similitudine del farmaco", formulato alla fine del XVIII secolo dal medico tedesco Samuel Hahnemann, è ritenuto privo di fondamento scientifico.

Di fatto, secondo la comunità scientifica, non esistono pubblicazioni autorevoli che dimostrino l'efficacia dell'omeopatia per qualche tipo di patologia. L'unico effetto attribuito è quello placebo.

Per l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) l'omeopatia non è una cura.

IN ARGOMENTO:

Cosa e quali sono le cure naturali?

Facciamo il punto sull'omeopatia

Omeopatia, gradita agli italiani per la cura dei piccoli disturbi

Omeopatia nell'odontoiatria pediatrica

30 ottobre 2013

Pubblicità

Argomenti Correlati

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo