Ictus, in Italia uno ogni 4 minuti


Un ictus ogni 4 minuti, con 195mila italiani colpiti ogni anno.

E altissimi costi sociali: circa un terzo dei pazienti muore entro il primo anno, mentre un altro terzo subisce un'invalidità  permanente, tanto che l'ictus è al primo posto fra le cause di invalidità  nel nostro Paese.

Un quadro cupo, quello tracciato dagli esperti riuniti ieri a Milano per presentare la quinta edizione delle linee guida italiane sullo stroke. Ma non senza note positive.

"La migliore gestione dell'ictus sta dando risultati - sottolinea Gian Franco Gensini, della Cattedra di Clinica medica e cardiologica dell'ospedale Careggi di Firenze, presidente dell'Italian Stroke Forum Network e coordinatore delle linee guida 'Spread' - tanto che in 10 anni sono calate del 10 per cento le morti, e altrettanti pazienti superano l'ictus con meno disabilità  residua".

Resta però molto da fare, "soprattutto sul fronte della prevenzione e dell'organizzazione ottimale dei percorsi assistenziali - aggiunge l'esperto - In particolare è necessario potenziare le Stroke unit, strutture dedicate a questa patologia, ancora insufficienti in Italia".

Ma come si manifesta un ictus? "Si tratta di un deficit neurologico improvviso, che si verifica quando un vaso sanguigno che alimenta il cervello si rompe o viene ostruito - spiega Augusto Zaninelli, vicecoordinatore generale delle linee guida e docente dell'Università  di Firenze - e nel 75 per cento dei casi colpisce dai 75 anni in poi".

Ma non mancano i giovani: in Italia si stimano circa 12.000 casi l'anno tra gli 'under 45. "Si tratta di una patologia molto grave, che per fortuna sta diventando meno fatale, grazie all'intervento precoce - precisa Domenico Inzitari, direttore della Clinica neurologica III-Stroke Unit di Careggi - Negli ultimi anni, infatti, si sono affermate modalità  di assistenza e interventi per la fase acuta, che limitano in maniera consistente la mortalità  e le gravi conseguenze dell'ictus.

Il ricovero in Stroke unit, aree dedicate alla diagnosi e cura in fase acuta, riesce a ridurre la mortalità  e la disabilità  grave di circa il 20 per cento".

Pagina pubblicata il 24 dicembre 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti