Per una società libera dal fumo


E' più vicina la possibilità di elevare il divieto di vendita di tabacco ai minori di 18 anni, ora che l'Italia ha ratificato la Convenzione Quadro OMS per la lotta al tabagismo, approvata dall'Assemblea Mondiale della Sanità nel 2003.

I provvedimenti adottati in Italia hanno posto il paese tra i primi nel mondo nell'attuazione di efficaci strategie per una società "smoke free". L'attuazione della Convenzione Quadro consentirà nuovo impulso alle attività di prevenzione del tabagismo, anche nell'ambito del programma "Guadagnare salute: rendere facili le scelte salutari" che, finalizzato alla prevenzione delle malattie croniche, comprende il contrasto al fumo tra le aree di intervento.

I principi direttivi della Convenzione prevedono innanzitutto l'informazione rivolta a ogni persona sulle conseguenze per la salute, sulla dipendenza e sul rischio di mortalità derivanti dall'esposizione attiva e passiva al fumo di tabacco; un impegno politico per elaborare e sostenere a livello nazionale, regionale e internazionale misure plurisettoriali di contrasto all'uso del tabacco e di tutela all'esposizione passiva al fumo di tabacco; favorire la riconversione economica dei coltivatori di tabacco nonché dei lavoratori coinvolti nella produzione di prodotti da esso derivati; la partecipazione della società civile per raggiungere gli obiettivi della Convenzione.

"Mi riempie di soddisfazione - ha sottolineato il Ministro della Salute Livia Turco - poter annunciare la pubblicazione della legge di ratifica di questa Convenzione quadro, alla cui negoziazione l'Italia ha attivamente partecipato. Nonostante la complessità della procedura parlamentare necessaria per l'approvazione, è stato possibile conseguire a fine legislatura questo eccellente risultato. La Convenzione è il primo trattato sulla salute dell'OMS che affronta, con approccio globale, il più importante fattore di rischio di morte e malattia e sostiene il diritto di tutte le persone al più alto livello possibile di salute.

Il trattato incoraggia tulle le nazioni OMS ad aderire ai suoi principi ispiratori e a sviluppare interventi efficaci per la lotta al tabagismo, guidando l'azione verso un futuro senza fumo per le nuove generazioni. Anche nel nostro Paese, la Convenzione darà nuovo impulso alle iniziative di prevenzione e consentirà una maggiore cooperazione con altre amministrazioni per ridurre la domanda e l'offerta di prodotti del tabacco, attraverso il contrasto al contrabbando, la regolamentazione delle informazioni sui prodotti e della pubblicità, la definizione delle politiche fiscali e dei prezzi, la ricerca sugli ingredienti delle sigarette.

Tutte azioni - ha concluso Livia Turco - in linea con l'approccio intersettoriale che caratterizza il Programma "Guadagnare salute", per il quale la prevenzione del fumo e delle sue conseguenze sulla salute rappresenta un tema centrale".

Pagina pubblicata il 27 aprile 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo