Cervello, lavoro e malattie. Nasce centro studi


Non solo gli incidenti e infortuni. A minacciare la salute dei lavoratori sono anche le malattie del cervello, un capitolo spesso sottovalutato.

Nasce per approfondire i legami fra le patologie neurodegenerative e il lavoro il nuovo centro studi 'in condominio' fra l'Istituto neurologico Carlo Besta e l'Istituto superiore per la prevenzione e sicurezza sul lavoro-Ispesl.

L'edificio, inaugurato ieri, ospiterà diversi laboratori che concentreranno l'attività su temi come la quantificazione del dolore neuropatico e delle neuropatie, la statistica sanitaria e la neuroepidemiologia con annessi registri malattie, la valutazione dei disturbi cognitivi. Ma ci sarà spazio anche per 11 ambulatori, per visitare pazienti in cura nel centro.

A queste strutture si affiancheranno il centro studi regionale e provinciale per la ricerca sulla Sclerosi Multipla e la prescrizione di farmaci immuno-modulatori, il centro studi disabilità neuroriabilitazione e tempo libero e il centro di coordinamento per la ricerca clinica socio-sanitaria con Ispesl, Istituto affari sociali-Ias, Inail, Arss Veneto, Associazioni di pazienti.

Circa 800 metri quadri, ai quali si aggiunge un'ampia sala di accettazione, attesa, cassa e servizi per il pubblico, di circa 120 metri quadri. La spesa per la sistemazione del Centro è stata di 368 mila euro, coperta attraverso finanziamenti ministeriali.

"Spesso quando si parla di incidenti sul lavoro ci si riferisce a fatti luttuosi e cruenti e ci si dimentica delle patologie neurologiche che invalidano i lavoratori per tempi lunghi - ricorda il presidente regionale dell'Ispesl, Antonio Moccaldi - Questo è uno dei motivi che ci ha indotto ad aprire questo Centro di studio in accordo con il Besta.

Un accordo che ci permetterà di mettere a disposizione dei lavoratori metodologie nuove e d'avanguardia per riportare gli stessi nel percorso lavorativo e verso una vita socialmente più attiva".

"Il Centro prenderà il via da subito e sono certo che nel breve periodo potrà essere nuovo riferimento sia per i pazienti che per il settore della ricerca", aggiunge l'ex presidente dell'Irccs Besta, Alessandro Moneta, che ha da poco lasciato il posto a Carlo Borsani.

"Lavoro e sanità sono un binomio imprescindibile in una regione come quella lombarda", conclude l'assessore regionale alla Famiglia e solidarietà sociale Guido Boscagli.

"Con questo accordo verrà data particolare attenzione alle patologie neurodegenerative e croniche sia in età lavorativa che post-lavorativa e alla valutazione delle capacità funzionali, delle limitazioni delle persone affette da patologie neurologiche, della disabilità in età lavorativa, soprattutto nelle fasi precoci, finalizzata ad una prevenzione secondaria e all'inserimento-reinserimento lavorativo".

Pagina pubblicata il 31 luglio 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti