Il Papa invita i farmacisti alla disubbidienza


Credo che sia la prima volta, se si eccettua l'invito a non votare per il governo italiano dopo la breccia di Porta Pia, che il Vaticano invita i cittadini italiani a disubbidire alla legge.

Quella in questione regola i rapporti dei medici con i farmacisti è del 1938 e recita: 'i farmacisti devono consegnare il farmaco prescritto dal medico. In mancanza devono ordinarlo e possono farsi pagare anticipatamente il farmaco stesso'.

Ma il Papa non chiede una modifica della Legge che consenta ai suoi fedeli di rispettare il proprio sentimento. Non invoca una legge sull'obiezione di coscienza che pure un premier in odore di pentimento e abiura potrebbe benissimo fargli. Semplicemente invita una categoria addetta a un servizio pubblico (anche se gestito da privati, come Alitalia ) a non fare il suo dovere, Neanche date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio...

Semplicemente abusate della vostra posizione per imporre ai cittadini il vostro credo religioso. Direi senza timore di esagerare che è un comportamento assimilabile a quello dei talebani.

Questo farmaco, da non confondere con RU 486, che serve per l'aborto farmacologico e va somministrato da un medico nell'ambito della Legge 194/78 è disponibile persino nella cattolicissima Irlanda, dove l'aborto è vietato.

La scelta di invitare i farmacisti a violare la legge coinvolge le donne, che vedono calpestati i loro diritti di cittadine. Già alcune denunce sono arrivate per questo problema e il reato ipotizzato è quello di interruzione di pubblico servizio.

Coinvolge però anche i medici , che eseguono regolare ricetta e vegono respinti, in palese violazione del contratto che lega medici e farmacisti, con rischio di abuso della professione.- E' possibile che un farmacista rifiuti un farmaco regolarmente prescritto?

Vita di donna, attiva da un anno con il suo servizio SOS pillola del giorno dopo e con la sua rete di medici proscrittori in 14 città d'Italia, continuerà a difendere il diritto delle donne alla salute.

Ted Kennedy, in una lettera al Papa in cui si scusava per la sua condotta irregolare, diceva 'però non posso non difendere la salute delle donne'.

Anche noi, santità.

Elisabetta Canitano

Pagina pubblicata il 14 settembre 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti