Novità in nefrologia


E' il sogno di ogni nefrologo, ma soprattutto dei malati in dialisi: un'alternativa alle lunghe soste in ospedale attaccati a una macchina, almeno tre volte a settimana, per 'ripulire' il sangue. "Il rene portatile è diventato una realtà: il prototipo, ancora da perfezionare, è stato pubblicato su 'Lancet'. Si indossa come una cintura, pesa circa 5 kg e consente di lavorare e muoversi mentre si fa la dialisi, che però in questo caso dura circa 8 ore al posto di 4".

A descriverlo è Antonio Dal Canton, presidente della Società italiana di nefrologia (Sin), illustrando ieri a Roma le ultime novità del settore, in vista del congresso Sin che si terrà in autunno a Bologna. "Certo il rene portatile è da perfezionare - ammette l'esperto - si tratta di un apparecchio ancora ingombrante e impegnativo da indossare. Ma la ricerca va avanti". E passa anche per il rene bioartificiale: un filtro meccanico con cellule renali stratificate, che riproduce parte della funzionalità renale.

"Si potrebbe mettere insieme il rene portatile e il filtro bioartificale, per creare un dispositivo biomeccanico che sostituisca meglio il rene malato", ipotizza Dal Canton. Per 6-7 mila italiani l'anno però, non resta che attendere un rene nuovo.

Fronteggiando poi il pericolo di un rigetto. "Oggi si punta a indurre la tolleranza con farmaci ad hoc, per 'addomesticare' i linfociti T e spingerli a riconosce come 'amica' la cellula trapiantata, evitando così il rigetto. Si ricorre anche al chimerismo: introducendo nell'organismo del ricevente sangue del donatore subito prima e dopo il trapianto, per indurre la tolleranza".

E non è tutto. Un'arma in più arriva dalle cellule staminali mesenchimali che, prima in vitro e poi nell'uomo, hanno dimostrato di bloccare la reazione immunitaria. Cellule 'spegni-rigetto' che sono viste con molto interesse dagli studiosi. "In autunno - rivela il nefrologo - abbiamo in programma uno studio pilota su una decina di pazienti che partirà al San Matteo di Pavia".


Pagina pubblicata il 24 giugno 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti