Cartella elettronica inutile per il MMG?


Schede tecniche dei farmaci incomplete. Pochi dati su efficacia e sicurezza di pillole e sciroppi. Niente dettagli sulle interazioni.

Insomma, sotto il profilo dell'informazione gli strumenti informatici usati oggi dai medici di famiglia per prescrivere i medicinali ai pazienti sono "tutti da rivedere", e rischiano non tanto di semplificare la vita al 'camice bianco' quanto di fare male ai pazienti.

È quanto emerge da un dossier ad hoc, che ha messo sotto il microscopio otto tra i più comuni software di gestione della cartella clinica in Italia, evidenziando i 'nodi' e suggerendo possibili miglioramenti, a vantaggio della salute dei cittadini.

Il documento fa parte del 'Progetto Software', un programma a cui ha lavorato 'Dialogo sui farmaci' (rivista rivolta a medici di famiglia, pediatri e operatori sanitari), finanziato dalla Regione Veneto e dall'Agenzia italiana del farmaco. Utilizzati dai medici di medicina generale per prescrivere in modo razionale e più sicuro i farmaci ai loro pazienti, questi strumenti sono però risultati deludenti sotto il profilo dell'informazione veicolata.

Tanto che nessuno ha superato il 54% del punteggio massimo messo a disposizione dagli esperti. "I requisiti di qualità scarseggiano soprattutto in relazione alla scheda tecnica dei farmaci, spesso incompleta, e alle informazioni sui medicinali, in generale molto carenti", scrivono gli autori del dossier. Nessuno dei software contiene informazioni dettagliate sull'efficacia e sulla sicurezza del medicinale, né informazioni provenienti da fonti indipendenti.

In tutti, poi, manca il foglietto illustrativo o dati indicativi sui prodotti, utili per i pazienti. Incomplete anche le informazioni sulle interazioni tra i medicinali, "fondamentali per la salvaguardia della salute dei cittadini", dicono gli autori del dossier. Inoltre non ci sono i reminder che ricordano al medico di eseguire gli esami necessari per il monitoraggio di certi farmaci.

La maggioranza dei software valutati non ha neppure l'elenco completo dei farmaci equivalenti. Infine, due degli otto strumenti informatici sotto esame accolgono addirittura la pubblicità sui farmaci. La valutazione dei software è stata fatta nel corso del 2009 sulla base di dieci indicatori e sottoindicatori di qualità, relativi alle informazioni ritenute più utili per medico di famiglia e paziente. Sono state analizzate le informazioni relative sia ai farmaci più prescritti, sia a quelli il cui profilo di sicurezza richiede particolari misure di gestione.

Alla fine il gruppo di lavoro ha assegnato un punteggio a ciascuno degli otto software: nessuno ha superato il 54% del punteggio 'in palio'. Considerati i risultati deludenti il Comitato scientifico del progetto (costituito da medici, farmacologi e farmacisti), insieme ai responsabili dei software di gestione, ha individuato una serie di raccomandazioni per migliorare la qualità di questi strumenti informatici.

Il tutto con un occhio al futuro prossimo. Alcune software-house, infatti, sarebbero già disponibili al cambiamento, "ed è quindi probabile che le cose comincino a migliorare".

Obiettivo comune, rendere la cartella clinica elettronica uno strumento che permetta al medico di famiglia di prescrivere i farmaci in sicurezza, limitando gli errori. C'è tuttavia, rilevano gli autori, un freno al miglioramento dei software.

A differenza della maggioranza dei Paesi europei, in Italia manca il database aggiornato e completo delle schede tecniche dei medicinali in commercio, che includono il riassunto delle caratteristiche del prodotto (l'RCP) e i foglietti illustrativi. Per cambiare le cose bisognerebbe quindi cominciare da qui.

Pagina pubblicata il 27 luglio 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo