Cricelli, medici diano buon esempio


La vaccinazione per il virus A/H1N1 è "un atto di responsabilità nei confronti di se stessi, dei propri pazienti e della società.

Dunque rinnoviamo l'appello ai medici perchè non diano il cattivo esempio: si vaccinino e lo dicano ai loro pazienti".

A presentare "un nuovo pressante appello" ai 'camici bianchi' affinché si immunizzino contro il virus pandemico è Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale (Simg) e componente della task force del ministero sulla nuova influenza A, a margine di un incontro a porte chiuse sull'alimentazione sana, ieri a Roma nella sede del dicastero di Lungotevere Ripa.

Gli italiani sono attenti al comportamento dei medici. "Stanno aspettando di vedere i medici vaccinarsi, come atto di responsabilità. Non possiamo pensare di dare il cattivo esempio, perché - dice Cricelli ai cronisti - se questo programma di vaccinazione dovesse fallire, noi saremmo responsabili di un atto grave, che può avere anche conseguenze imprevedibili.

Potrebbero succedere eventi sgradevoli, e noi potremmo essere corresponsabili dell'insuccesso della vaccinazione, che - ricorda Cricelli, che si è vaccinato l'altro ieri - è indispensabile per diminuire tutti gli eventi spiacevoli e avversi dell'influenza".

Insomma, se nei sondaggi i camici bianchi appaiono scettici di fronte al vaccino "bisogna che i medici capiscano che un cattivo esempio, che faccia fallire la campagna di vaccinazione, può avere conseguenze gravi, di cui possono essere chiamati a rispondere".

Insomma non ci sono dubbi: "Bisogna che i medici diano il buon esempio: si vaccinino, individuino i propri pazienti a rischio e li immunizzino immediatamente.

E' un atto di responsabilità anche giuridica", ribadisce. Nel frattempo i casi si moltiplicano, ma se la preoccupazione per il virus cresce fra gli italiani, Cricelli sottolinea che gli studi medici sono preparati a fronteggiare la situazione.

"Ci siamo attrezzati - assicura - Alla fine i pazienti hanno bisogno di poche informazioni chiare: il virus H1N1 provoca una normale influenza, che come tutte le malattie molto numerose dà anche alcuni casi con esiti più sfavorevoli, come accade da che mondo è mondo. Infine - conclude - la grande difesa contro l'influenza è la vaccinazione, seguita da misure igienico-sanitarie".


Pagina pubblicata il 10 novembre 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo