Cinque regioni si alleano per la Ricerca


La ricerca italiana sarà più competitiva in Europa.

E le Regioni italiane saranno più attrezzate per partecipare alla gara europea per conquistare i fondi destinati al settore, a cominciare dagli oltre 50 miliardi che costituiscono la posta in gioco complessiva del VII Programma quadro per la ricerca.

E' una delle conseguenze dell'accordo di collaborazione firmato oggi a Roma da cinque Regioni: Campania, Lazio, Marche, Toscana e Umbria.

L'accordo, promosso dalla Regione Toscana, consente, attraverso un più stretto coordinamento fra le diverse realtà regionali, di fare massa critica e risultare così più capaci di accedere ai fondi messi a disposizione dal VII Programma quadro europeo in materia di ricerca e innovazione.

"Investire nella ricerca - ha spiegato l'assessore all'Università e ricerca della Regione Toscana, Eugenio Baronti, illustrando le finalità del protocollo d'intesa - vuol dire investire nel futuro.  La ricerca è strategica, soprattutto in questa fase di crisi economica, ed è fondamentale per sostenere l'innovazione e puntare ad una riconversione del modello produttivo, in direzione di uno sviluppo più sostenibile.

Si tratta - ha aggiunto - di una forma di coordinamento molto operativa, che non crea carrozzoni o tavoli inutili ma che servirà a far crescere una più matura cultura progettuale, anche grazie allo scambio di esperienze e pratiche virtuose.

L'accordo non è blindato - ha precisato l'assessore - ma, al contrario, è aperto ad ulteriori adesioni.  L'auspicio è infatti quello che da questo primo nucleo possa allargarsi molto presto ad altre Regioni". Sul piatto ci sono oltre 50 miliardi di euro per il periodo 2007-2013.

Una posta decisamente appetibile, che però non è affatto facile da conquistare, non solo per la spietata concorrenza ma anche a causa di una diffusa sottovalutazione dei criteri di verifica e delle complesse modalità procedurali previste per la formulazione delle proposte.

Si tratta infatti di progetti complessi, che richiedono partenariati forti e coinvolgono necessariamente più soggetti, pubblici e privati.

Pagina pubblicata il 12 gennaio 2010

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo