Sindacati, disattesi troppi impegni di Piano rientro


Allarme rosso nella sanità laziale. E' ancora troppo elevato il deficit annuo che 'pesa' sulla Regione e sono ormai troppi gli impegni disattesi nelle riforme strutturali previste dal Piano di rientro. A denunciare i problemi della sanità regionale sono Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio, che ieri si sono date appuntamento nella Capitale per fare il punto della situazione. Secondo le tre sigle sindacali, la Regione "non è stata in grado di dare segnali forti sul fronte della riduzione dei costi".   Questo ha causato i problemi a catena per l'intero sistema sanitario regionale. Al primo posto delle critiche rivolte alla Regione Lazio c'è il riequilibrio dei posti letto. Secondo le organizzazioni sindacali, la chiusura e la riconversione delle strutture 'non performanti' doveva essere contestuale all'apertura di nuovi servizi territoriali, ma questo non è mai avvenuto. "Non abbiamo mai detto di no al Piano di rientro - sottolinea Tommaso Ausili, segretario regionale Cisl Lazio - ma bisognava attivare servizi assistenziali sul territorio. Questo invece non è stato fatto. Dei 33 presidi territoriali di prossimità (Ptp) ne è stato attivato solo uno a Palombara Sabina". C'è poi la questione del rinvio dell'accreditamento di tutte le strutture, private e classificate, che ha prodotto vantaggi per erogatori poco trasparenti quanto al rispetto delle norme. I sindacati ritengono inoltre insufficienti i tre anni previsti dal Piano per saldare il debito.  "Regioni virtuose come Emilia Romagna, Veneto e Toscana - protesta Claudio Di Bernardino, segretario generale Cgil Roma e Lazio - hanno impiegato dai 5 ai 10 anni per riorganizzare la rete. Al Lazio ne vengono concessi solo tre, ovviamente a danno dei cittadini". 

Pagina pubblicata il 09 febbraio 2010

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti