Avis, serve un milione di donatori


"Servirebbe un milione di donatori in più per scongiurare le emergenze sangue che spesso ci troviamo a fronteggiare in Italia".

Secondo i calcoli di Sergio Casartelli, presidente onorario di Avis Milano, arrivare a quota 2,5 milioni di volontari (oggi sono 1,5 milioni) è l'ambizioso traguardo a cui si deve aspirare.
Solo così si avrebbero "scorte sufficienti per vivere bene", osserva l'esperto, a margine di un incontro nel capoluogo lombardo.

"Potremmo stare tranquilli durante i periodi difficili come quello estivo - assicura - e raggiungere l'autosufficienza anche sul fronte della produzione di emoderivati, per la quale oggi siamo costretti a comprare sul mercato internazionale il 40% dei componenti".

Il Paese è sempre sul filo del rasoio, perché "mantiene un numero di donazioni utile a coprire appena il fabbisogno nazionale durante l'arco dell'anno", spiega Casartelli. E al primo calo di donazioni, scatta l'emergenza sangue.

L'Avis ha già lanciato il primo allarme: con l'estate alle porte e il caldo che avanza, sul Paese incombe l'esaurimento scorte. "Nel 2008 avevamo registrato le prime difficoltà intorno al 20 giugno. Quest'anno il monito dell'associazione è arrivato prima. Ed è un cattivo segno", riflette.

Il timore dell'associazione è che, "con un'autosufficienza risicata, non si possa fronteggiare il calo nella raccolta di sangue dovuto al caldo e ai malesseri legati al cambio stagione".

L'Italia deve rimpolpare le file dei donatori anche perché è in coda alla classifica dei Paesi europei - ricorda Casartelli - "In testa troviamo Olanda, Danimarca, Francia e Germania. Anche l'Inghilterra si trova in una buona posizione e, soprattutto, sta programmando i prossimi 20 anni per rispondere al fabbisogno interno di sangue.

Noi, invece, non siamo così lungimiranti. Più del 4% della popolazione italiana dovrebbe donare il sangue con regolarità. Oggi a fatica si raggiunge il 2,5%".
  

Pagina pubblicata il 09 giugno 2009

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti