Sanità: ciao ticket, arriva la franchigia adeguata al reddito lordo


Secondo il progetto del ministro Balduzzi il sintema dei ticket, in vigore da oltre 30 anni (1982), potrebbe andare in soffitta rivoluzionando l'attuale meccanismo con cui gli italiani pagano la sanità pubblica.

Una smart card per tutti che certificherà quanto un cittadino ha pagato sino ad un dato momento, poi a farsi carico delle prestazioni sanitarie sarà lo Stato.

Oggi, a parte gli esenti, tutti pagano il ticket. Agli italiani costa circa 4 miliardi di euro l'anno tra ricoveri in pronto soccorso, farmaci, visite e analisi diagnostiche. Nel 2014, quando entreranno in vigore le nuove norme che prevedono un aumento del ticket, i miliardi di euro spesi arriveranno a sei.

Secondo la proposta del ministero della Salute il ticket scompare. Al suo posto avremo una franchigia che varierà a seconda del reddito, superato l'importo pagherà lo Stato.

Qualche esempio. Con un reddito di 10 mila euro l'anno si potrebbe avere una franchigia pari al 3 per mille, quindi di 30 euro. Per un reddito di 100 mila euro il tetto sarà di 300 euro.

Questo significa che per ottenere qualunque prestazione sanitaria si dovrà pagare al massimo  la franchigia corrispondente, sia che si tratti di un farmaco o di un trapianto di cuore. Superato il tetto di spesa assegnato, tutto il resto sarà gratis.

Il tetto di spesa assegnato sarà annuale, nel senso che nel corso dell'anno si esaurirà sia il plafond a pagamento che quello gratuito. Ogni anno si rinnoveranno, per cui si ricomincerà a pagare fino al raggiungimento del proprio limite, superato il quale le prestazioni saranno gratuite.

Per tenere i conti si ricorrerà alla tessera sanitaria che conterrà un chip sul quale verranno memorizzate le informazioni relative al proprio plafond. Quindi, ad esempio, la spesa relativa all'acquisto di un farmaco o al pagamento di una visita specialistica, sarà registrata nella tessera.

Scomapariranno le esenzioni in base al reddito o all'età o alla condizione di invalidità o a quella di malato cronico. Tutti avranno la franchigia calcolata in base al reddito che sarà calcolato in base all'Irpef e all'Isee. Il calcolo finale terrà poi conto del quoziente familiare, ossia del numero dei figli.

Una strada in salita? Vedremo.

16 maggio 2012

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti