Isterectomie: sono troppe quelle inappropriate, sottoutilizzate le alternative


Le alternative all'isterectomia sono sotto utilizzate nelle donne con sanguinamenti uterini anomali (AUB) e altre condizioni benigne, secondo un'analisi dei dati sulle isterectomie pubblicati on line nel numero di dicembre del Journal of Obstetrics and Gynecology. Quando le donne con queste patologia si sottopongono a un'isterectomia, il 18% ha una patologia invalidante.

Isterectomia

"The American Congress of Obstetricians and Gynecologists sostiene l'uso di alternative all'isterectomia che includono terapie ormonali, isteroscopia operativa, ablazione dell'endometrio e uso dello IUD medicato al levonorgestrel, come prima terapia per queste condizioni in molti casi", scrive Lauren E. Corona della Wayne State University School of Medicine di Detroit, Michigan.

"Sebbene l'uso di questi trattamenti alternativi abbia recentemente provocato una riduzione nell'uso dell'isterectomia, aumentare l'appropriatezza dell'isterectomia continua a essere un obiettivo per migliorare la qualità. Applicando criteri di appropriatezza per l'isterectomia vediamo che viene eseguita come overtreatment in un range che va dal 16 al 70% dei casi".

Usando i dati da 52 ospedali del Michigan Surgical Quality Collaborative da gennaio fino a novembre del 2013, i ricercatori hanno analizzato l'uso di trattamenti alternativi e la patologia per la quale le donne subivano un'isterectomia per indicazioni benigne, inclusi fibromi uterini, sanguinamenti anomali, endometriosi, o dolore pelvico. Il sanguinamento anomalo era l'indicazione più frequente.

Di 6042 donne che hanno subito un'isterectomia durante il periodo in studio, 3397 (56.2%) erano nei criteri per l'analisi in corso. Più di un terzo di queste, (1281; 37.7%) non riportava nessuna documentazione di un trattamento alternativo prima dell'isterectomia e 621 (18.3%) avevano una sintomatologia "invalidante", ma l'isterectomia non aveva poi mostrato né fibromi, né endometriosi o iperplasia endometriale, adenomiosi, patologia annessiale o carcinomi inaspettati.

Fattori indipendentemente associati con il fatto di avere ricevuto una terapia alternativa prima dell'isterectomia erano un utero grande e l'età più giovane di 40 anni, comparata con le età dai 40 ai 50 o maggiore di 50 anni. (68% vs 62% vs 56%; P < .001).

Fattori indipendentemente associati con patologia invalidante erano un utero più piccolo, indicazione di endometriosi o dolore, in rapporto a fibromi e/o sanguinamenti anomali. La percentuale di patologia invalidante era del 37.8% nelle donne più giovani dei 40 anni,del 12.0% in quelle dai 40 ai 50 anni, e del 7.5% in quelle maggiori di 50 anni (P < .001).

Il limiti di questo studio includono l'affidabilità delle documentazioni sanitarie, che possono indurre errori, e non poter avere avuto accesso agli esami pre-operatori.

"Il fatto che nel 18% delle donne non ci fosse una patologia che supportava la necessità di un'isterectomia e che la maggior parte delle donne abbia usato al massimo un sistema alternativo prima di eseguire l'isterectomia, indica che c'è la possibilità di ridurre l'uso dell'isterectomia", concludono gli autori dello studio.

Lo IUD al levonorgestrel , che è uno dei trattamenti alternativi all'isterectomia più efficace è molto sottoutilizzato. Questo è il primo obiettivo per aumentare la qualità e ridurre le spese evitando le isterectomie".

Fonte:

J Obstet Gynecol. Published online December 23, 2014. Abstract

IN ARGOMENTO:

Isterectomia, patologie dell'utero e pregiudizio scientifico

Pap Test inutile dopo un intervento di isterectomia

Endometriosi: sintomi, cause, diagnosi e cure

Embolizzazione del fibroma uterino

Salute della donna

11 gennaio 2015

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo