Menopausa, si alla Tos ma solo alle donne selezionate


Nuove linee guida per il trattamento dei sintomi della menopausa stanno dando il via libera alla terapia ormonale sostitutiva (TOS) per donne accuratamente selezionate a basso rischio per le malattie cardiovascolari ed il cancro al seno e che siano infastidite dai sintomi e siano desiderose di prendere la TOS.

Tos in menopausa - aggiornamenti

Quest'ultimo parere è stato pubblicato online il 7 ottobre 2015 e apparirà nel numero di novembre del Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

"Dobbiamo essere consapevoli delle problematiche individuali delle nostre pazienti e chiederci: "È sicuro per questa donna assumere la terapia sostutiva?", ha spiegato Cynthia Stuenkel della University of California a San Diego, incaricata nella task force delle nuove linee guida, durante una conferenza stampa virtuale.

"Le donne sono eleggibili per la terapia ormonale sostitutiva, se sono sotto l'età di 60 anni e se non sono passati più di 10 anni dall'inizio della menopausa", ha aggiunto la dottoressa Stuenkel .

I medici devono anche valutare il rischio di base di una paziente per le malattie cardiovascolari o per il cancro al seno: un rischio elevato per entrambe le condizioni può costituire una controindicazione all'uso della terapia ormonale sostitutiva.

Punteggi di valutazione del rischio di malattie cardiovascolari costruiti da organizzazioni come l'American Heart Association possono essere utilizzati per identificare le donne che sono a rischio moderato o basso per eventi cardiovascolari. Le donne che rientrano in entrambe le categorie possono essere prese in considerazione per la terapia ormonale sostitutiva.

Per il cancro, il National Cancer Institute Breast Cancer Risk Assessment Tool permette ai medici di calcolare una donna a rischio di carcinoma mammario invasivo per i successivi 5 anni, mentre il Breast International Study valuta il rischio per i 10 anni successivi.

Sintomi vasomotori e urogenitali

I sintomi della menopausa spesso iniziano negli anni prima del periodo mestruale e possono durare un tempo imprevedibile, da pochi anni a più di 13 anni.

I due sintomi principali, secondo quanto scritto nelle nuove linee guida della Endocrine Society, sono sintomi vasomotori (sudorazione vampate di calore notturne) e sintomi urogenitali (secchezza o perdite vaginali, dolore, bruciore o prurito, frequenza urinaria, infezioni delle vie urinarie ricorrenti).

Stuenkel ha inoltre aggiunto che "La terapia più efficace per entrambi i gruppi di sintomi è la terapia ormonale sostitutiva". "Abbiamo elencato molti altre opzioni non ormonali, acquistabili liberamente in farmacia, che anche i medici possono usare, e ognuna di queste opzioni può essere discussa con le pazienti", ha aggiunto l'esperta.

Secondo le nuove linee guida, è meno chiaro se ansia, irritabilità, depressione, palpitazioni, secchezza della pelle, perdita di libido, e la stanchezza possono essere attribuite alla menopausa.

Le candidate per la terapia ormonale sostitutiva possono assumere la TOS con soli estrogeni se sono senza utero; se le donne hanno l'utero, devono richiedere la combinazione di estrogeni più progestinici per prevenire l'iperplasia endometriale e il cancro.

Ulteriori opzioni ormonali per le donne con l'utero comprendono estrogeni combinati con bazedoxifene e tibolone, dove possibile.

Altre opzioni mediche raccomandate dal Endocrine Society sono:

  • Il cerotto transdermico, terapia estrogenica, gel o spray per le donne che vogliono la terapia ormonale sostitutiva, ma che hanno un aumentato rischio di tromboembolia venosa.
  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, la serotonina / inibitori della noradrenalina-reuptake, gabapentin o pregabalin sono raccomandati per le donne che vogliono farmaci per gestire le vampate di calore da moderate a gravi, ma che preferiscono o non prendere la terapia ormonale sostitutiva o hanno importanti fattori di rischio che rendono la TOS sconsigliabile.
  • Basse dosi di terapia estrogenica vaginale possono essere usate per trattare sintomi genito-urinari, ma anche questo basso dosaggio di estrogeni assunti per via vaginale è relativamente controindicato nelle donne con una storia di un cancro estrogeno-dipendente.

"L'impatto di gravi sintomi della menopausa sulla qualità della vita può essere importante", ha osservato Stuenkel. Alla luce di questo, ci sono circostanze in cui una donna con una storia di malattia coronarica o addirittura il cancro al seno potrebbe scegliere di accettare un grado di rischio che potrebbero superare i benefici della terapia ormonale sostitutiva.

Tuttavia, le pazienti devono essere pienamente informate riguardo ai rischi e benefici della terapia ormonale sostitutiva per consentire loro di prendere una decisione che meglio bilancia questi rischi e benefici, ha sottolineato Stuenkel .

"Noi dell Endocrine Society siamo rimasti sbigottiti dalla incredibile discesa nell'uso di terapia ormonale sostitutiva ", ha osservato.

Un sondaggio del 2012 dell'Endocrine Society ha rilevato che il 72% delle donne che aveva in corso i sintomi della menopausa non aveva ricevuto alcun trattamento.

"E mentre noi non incolpiamo il medico per essere confuso o frustrato da tutti i dati contraddittori che sono emersi negli ultimi dieci anni, abbiamo voluto prendere una posizione forte per semplificare questi dati e dire che nelle donne accuratamente selezionate, la TOS sarà la terapia più efficace che abbiamo per i sintomi della menopausa", ha aggiunto Stuenkel .

"Allora, i dati che presentiamo nelle nostre linee guida aiutano a dimostrare per quale motivo la terapia ormonale sostitutiva è un approccio ragionevole per donne accuratamente selezionate, e i medici devono porsi questa domanda ogni anno con le loro pazienti per discutere la decisione per quanto riguarda la terapia ormonale sostitutiva e forse modificarla se sono sorti altri problemi di salute nel corso dell'anno precedente".

Le linee guida precisano che anche l'approccio alla sospensione della terapia ormonale sostitutiva è una scelta individuale.

Sintomi della menopausa e dolori articolari possono ripresentarsi quando la terapia ormonale sostitutiva viene interrotta, e, a seconda della gravità dei sintomi, le donne possono scegliere di riavviare la terapia ormonale sostitutiva, forse a un dosaggio inferiore, o cercare sollievo con le terapie non ormonali.

"Aneddoticamente, alcune donne trovano che una dose molto bassa ... mantenga un adeguato sollievo dai sintomi e benessere e lo preferiscono piuttosto che smettere del tutto.

Clin Endocrinol Metab J. Pubblicato online il 7 ottobre 2015. Estratto

IN ARGOMENTO:

La menopausa: cos'è e quali sono i sintomi

Terapie alternative alla TOS per le vampate e sintomi della menopausa

La terapia sostitutiva ormonale (TOS) può aumentare il rischio di carcinoma dell'ovaio

13 novembre 2015

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti