Incidenti in corsia, il 68% dei casi conduce alla morte del paziente


Dati del Ministero
Suicidi in corsia, interventi chirurgici falliti, ma anche garze e forbici rimaste nel corpo del paziente a seguito di un'operazione. E ancora: reazioni trasfusionali, errori nella terapia farmacologia, durante il travaglio o il parto.

Sono questi gli errori e gli eventi gravi più segnalati dagli ospedali della Penisola. Sbagli che nel 68% dei casi hanno condotto alla morte del paziente, nel restante 23% si sono tradotti in un danno grave per chi li ha subiti.

E' quanto emerge dal Protocollo sperimentale di monitoraggio degli eventi sentinella del ministero della Salute, presentato nel corso del Forum sul Risk Management di Arezzo. Si tratta di un rapporto - spiega Alessandro Ghirardini, direttore dell'Ufficio qualità  della direzione generale programmazione sanitaria del dicastero di Lungotevere Ripa - realizzato su 123 segnalazioni di 'eventi sentinella' arrivati al ministero della Salute nel periodo settembre 2005-febbraio 2007 da un centinaio di strutture ospedaliere italiane.

Per eventi sentinella si intende "un evento avverso di particolare gravità , potenzialmente evitabile - spiega il rapporto - che può comportare morte e grave danno al paziente e che determina una perdita di fiducia dei cittadini nei confronti del servizio sanitario".

"La responsabilità , quando si verificano errori di questo tipo - spiega Ghirardini - è da ravvisarsi nella mancanza di una cultura della sicurezza, e nelle carenza di comunicazione tra gli operatori che fanno parte del sistema".

Intanto il ministero sta "mettendo a punto raccomandazioni specifiche per la prevenzione di questi errori. Ne sono già  uscite otto, ed entro il prossimo anno dovremmo pubblicarne altrettante. Speriamo che fungano da stimolo - conclude l'esperto - per gli addetti ai lavori". 

Pagina pubblicata il 29 novembre 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti