Ricerca, il Ministro Turco: una vergognosa guerra per bande


"Vogliamo dircela tutta: questa è una vergognosa guerra per bande". Non usa mezzi termini il ministro della Salute, Livia Turco, respingendo in un'intervista alla Stampa le accuse di gestione clientelare dei fondi per la ricerca, e difendendo la riconferma di Enrico Garaci al vertice dell'Istituto superiore di sanità  (ISS), dopo le polemiche dei giorni scorsi.

"Ho semplicemente valutato il merito e la competenza della persona - spiega - E ho seguito la procedura, che prevede che la nomina sia fatta dal Consiglio dei ministri, previa segnalazione del ministro della Salute e parere del Parlamento". E, di fronte alla lettera dei tre ricercatori che lamentano una gestione clientelare dei fondi per la ricerca, il ministro chiarisce che "un conto è chiedere dei chiarimenti e un conto è fare delle denunce. In quest'ultimo caso bisognerebbe fondarle sui fatti".

La somma complessiva ammonta a 8 milioni di euro e non a 3, precisa la Turco, "perchè nelle more dell'assegnazione abbiamo acquisito altri 5 milioni". Inoltre, il ministro sottolinea di aver "dato disposizione affinché l'assegnazione di questi finanziamenti avvenga attraverso un bando pubblico, e che la valutazione dei progetti sia fatta da figure esterne".

La riunione della Commissione ricerca è prevista per il 5 dicembre, e si tratta di "una commissione completamente rinnovata", presieduta da Alessandro Liberati. La Turco ricorda di aver 'stracciato' il decreto che stabiliva l'assegnazione diretta dei finanziamenti. "Dal luglio 2006 l'unico criterio che vale - precisa - è il bando pubblico".

Il ministro rivendica, così, di aver introdotto nel settore competenza e trasparenza. Respinte anche le polemiche sulla riconferma di Garaci. E sulla questione dei pareri discordi da parte delle Commissioni di Camera e Senato, la Turco precisa che si trattava di una discordanza "solo nel voto. Perchè nelle dichiarazioni di voto una larga maggioranza di senatori era d'accordo".

Pagina pubblicata il 23 novembre 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo