Sanità, i Confederali in stato d'agitazione


La decisione di usare il "pugno duro" presa dopo l'incontro di ieri con la Turco.

Manifestazione in vista per i lavori della sanità  pubblica. I sindacati Cgil Cisl e Uil Funzione pubblica hanno infatti proclamato lo stato di mobilitazione e una manifestazione di protesta a Roma davanti al ministero della Salute, in programma entro la fine del mese.

Nel mirino dei medici, infermieri e operatori del Ssn proprio il ministro Livia Turco "colpevole - come spiega Daniela Volpato, segretario nazionale della Cisl Fp - di non rispettare gli accordi siglati con i sindacati e i contratti nazionali di lavoro. Soprattutto in quelle regioni, come Lazio e Campania, dove sono in atto i piani di rientro dal deficit".

La decisione di usare il pugno duro i sindacati l'hanno presa dopo l'incontro di ieri con la Turco. "Un incontro - spiegano in una nota congiunta - in cui il ministro ha confermato la propria posizione sull'avvenuta approvazione dei piani di rientro malgrado contengano misure contrarie a quanto definito con l'accordo sindacale firmato il 13 luglio". Cgil, Cisl e Uil non accettano che i conti in rosso di queste Regioni ricadano sulle spalle dei lavoratori.

"Non possiamo accettare - sottolineano - che i debiti accumulati dalla cattiva gestione dei sistemi sanitari regionali, siano coperti con gli stipendi dei lavoratori. Come non è giusto che questa situazione vada a intaccare la garanzia dei Livelli essenziali di assistenza per i cittadini".

Secondo i sindacati confederali, la situazione dei servizi ai cittadini è infatti molto grave: "carenza di personale, mancata stabilizzazione del personale precario e i tagli degli stipendi agli operatori. Nel frattempo - concludono - si continuano a fare appalti ed esternalizzazioni troppo costose, a pagare consulenze inutili e ad aumentare in continuazione i costi per beni e servizi delle Asl e delle aziende ospedaliere".



Pagina pubblicata il 09 novembre 2007

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo