Presto in regola i 200 precari dell'Umberto I di Roma


Un corso-concorso che miri a stabilizzare i circa 200 dirigenti medici precari del policlinico Umberto I di Roma, "che da anni lavorano, anche in strutture altamente specialistiche, con contratti a tempo determinato o di semplice collaborazione continuativa".

A chiedere l'attuazione del corso-concorso "nel più breve tempo possibile" è la commissione Sanità, presieduta da Luigi Canali (Pd), che insieme al rappresentante del coordinamento medici precari del policlinico, Salvatore Ricci, ha deciso all'unanimità di inviare una lettera su questo argomento al presidente della Regione Piero Marrazzo, all'assessore alla Sanità Augusto Battaglia e al direttore generale dell'Umberto I Ubaldo Montaguti.

"L'ipotesi del corso-concorso - spiega Canali in una nota del Consiglio Regionale del Lazio - è attualmente la via più praticabile per dare concrete risposte a questi lavoratori rispetto al proprio futuro professionale e personale, anche perché finora si è chiesto loro un rapporto di esclusività, come fossero dei normali dipendenti a tempo indeterminato".

Nell'audizione Canali ha sottolineato "il grande senso di responsabilità di questi professionisti, che per il ruolo nevralgico che ricoprono potrebbero creare mille problemi alle loro strutture di riferimento, e che invece in tutti questi anni non hanno mai minacciato nemmeno un'ora di sciopero".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche gli altri due consiglieri presenti, il vicepresidente Romolo De Balzo (Forza Italia) e il consigliere Giuseppe Mariani (Verdi). Nella lettera inviata si fa riferimento "all'estrema gravità della situazione": servizi essenziali per la salute dei cittadini (pronto soccorso, trasporto neonatale, emergenza pediatrica, medicina nucleare, radioterapia e pronto soccorso oculistico) vengono da molti anni eseguiti, in alcuni casi al 90 per cento, da medici precari, di cui 139 con rapporto di lavoro a tempo determinato e 67 di collaborazione coordinata e continuativa.

"E questo - si legge - senza dimenticare la presenza di altre figure professionali precarie quali psicologi, biologi, farmacisti, e fisioterapisti". Nel denunciare questa situazione, prosegue Canali, "chiedo pertanto, a nome della commissione da me presieduta, che l'azienda Policlinico Umberto I provveda al più presto alla deliberazione di un corso-concorso per la stabilizzazione di questo personale, analogamente a quanto hanno già fatto altre Regioni e a quanto è stato recentemente concordato, nella nostra Regione, per quanto riguarda gli infermieri".

La soluzione, termina Canali, "non comporta aggravi per la finanza regionale, poiché la spesa relativa è già prevista da anni nel bilancio dell'azienda e quindi della Regione".


Pagina pubblicata il 12 marzo 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo