Spesa farmaceutica, più che la marca, il prezzo


Nel 2008 il mercato dei farmaci generici avrà un'incidenza sulla spesa farmaceutica complessiva del Servizio sanitario nazionale pari a circa il 24%.

La stima è contenuta nell'intervento svolto da Nello Martini, direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco, al Forum Sanità Futura in corso a Cernobbio (Como).

Un dato che testimonia una crescita costante del peso dei medicinali equivalenti: se infatti nel 2001 si registrava al massimo un impatto dell'1% sulla spesa e del 2,1% sul totale delle prescrizioni, le percentuali sono andate crescendo, passando rispettivamente al 9,8% sulla spesa e al 20,8% sulle dosi prescritte nel 2003, per arrivare al 13,1% e al 24,8% del 2006, e attestarsi al 18,7% sul totale di spesa e al 29,7% sulle ricette del 2007. "Quest'anno ci saranno molecole importanti che perderanno la copertura brevettuale", ha ricordato Martini. Sono infatti 12 i principi attivi in scadenza brevettuale nel 2008.

"Molecole che garantiranno risparmi per il Ssn per un totale di 411 milioni di euro", ha assicurato il direttore generale dell'Aifa. Sui dati però non concordano i produttori di farmaci generici, che parlano di cifre diverse: secondo Assogenerici, infatti, gli equivalenti avrebbero un'incidenza reale di mercato pari al 4,8% per valori e all'8,5% per unità vendute. "La differenza di cifre - ha precisato Martini - è dovuta al fatto che, quando c'è un medicinale non più coperto da brevetto, i farmaci che appartengono a questa molecola possono avere un nome commerciale o uno chimico (quello del principio attivo).

Per entrambi, il Ssn rimborsa il prezzo più basso. Dunque, la spesa pubblica nazionale è la somma di tutte le prescrizioni pagate al prezzo più basso (salvo che il cittadino voglia comprare il farmaco più caro, pagandone la differenza). Se quantifichiamo allora - ha spiegato - tutta la spesa per farmaci fuori brevetto, con o senza nome commerciale, si arriva alla percentuale del 24%.

Se al contrario, come fanno i produttori, si quantifica la spesa solo per i farmaci con nome del principio attivo, allora la percentuale si ferma al 4,8%. Per il Ssn però - ha concluso - una volta che il medicinale ha perduto il brevetto e viene rimborsato per una certa somma, che si chiami in un modo o nell'altro, non cambia nulla".

Pagina pubblicata il 18 marzo 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo