Cimo, l'ottimismo di Colozzi è ingiustificato


"L'ottimismo del presidente del Comitato di settore delle Regioni per il comparto sanità, Romano Colozzi, che ipotizzava una rapida chiusura del contratto dei medici dipendenti, si è dimostrato, purtroppo, del tutto ingiustificato". 

Ad affermarlo è Stefano Biasioli, presidente nazionale della Cimo-Asmd, all'indomani della rottura delle trattative per il rinnovo del contratto della dirigenza medica e veterinaria del Ssn, venerdì all'Aran.

"Ieri sera (venerdì ndr) - sottolinea in una nota Biasioli - si è verificata una grave frattura delle trattative, per la manifesta volontà sia dell'Aran, ma soprattutto delle Regioni". I problemi sono sorti sul periodo di riposo dei medici, dopo una guardia notturna o dopo il servizio diurno.

"La parte pubblica - aggiunge il numero uno della Cimo - ha dichiarato di non essere in grado di risolvere in modo adeguato il problema della sicurezza del lavoro medico e ha chiesto una pausa di 20 giorni alla trattativa.

E' molto strano che le Regioni non capiscano che la garanzia di riposi compensativi adeguati dopo la guardia notturna e nell'arco della giornata è fondamentale per un lavoro medico sicuro, per la qualità delle cure e per la sicurezza dei malati.

Le Regioni intenderebbero invece costringere i medici dipendenti ad un lavoro supplementare, ben superiore alle 38 ore settimanali previste dai contratti, e in evidente e ingiustificata deroga rispetto alle previsioni del decreto legislativo 66 del 2003".

Biasioli non intende però abbassare la guardia e si dice pronto a difendere le ragioni della categoria. "Se la trattativa non sarà rapidamente ripresa i medici, che hanno già unitariamente dichiarato lo stato di agitazione, saranno costretti ad azioni più incisive fino allo sciopero e al coinvolgimento degli Uffici provinciali del lavoro", conclude Biasioli. postato da Associazione Vita di Donna @ 0.21.00  Link a questo post: Vedi link a questo post

Pagina pubblicata il 14 aprile 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo