Sbloccare subito decreto LEA


Un appello al ministero dell'Economia e delle Finanze: "Sblocchi entro venerdì il Dpcm sui Livelli essenziali di assistenza (Lea)", il decreto che 'ridefinisce' le prestazioni garantite a ciascun cittadino per la tutela del diritto alla salute e che, tra le altre cose, ha aggiunto 109 malattie al registro delle patologie rare.

A rivolgerlo al dicastero di via XX Settembre è il segretario dell'associazione Dossetti Claudio Giustozzi, in sciopero della fame da lunedì scorso per chiedere maggiore attenzione delle istituzioni al dramma dei malati rari. "Bisogna dare subito il via libera a quel decreto - spiega Giustozzi all'ADNKRONOS SALUTE - altrimenti migliaia di cittadini dovranno attendere mesi e mesi prima di ottenere risposte dal Ssn".

Ma il segretario dell'associazione Dossetti chiede anche risposte concrete ai candidati premier Walter Veltroni (Pd) e Silvio Berlusconi (Pdl), e a loro ha spedito una lettera nei giorni scorsi, prima di iniziare lo sciopero della fame, per chiedere un provvedimento sui malati rari da discutere al primo Consiglio dei ministri del nuovo Esecutivo.

Finora Giustozzi ha ricevuto una missiva, "che tuttavia - ci tiene a precisare - non ci soddisfa", dal candidato premier del Pd Walter Veltroni, e silenzio da Silvio Berlusconi (Pdl). "Ma se il leader del Pdl deve parlare di sanità come ha fatto ieri, chiedendo test di salute mentale per i magistrati - afferma - è meglio stia zitto e non risponda affatto".

Intanto l'associazione Dossetti ha programmato una manifestazione, per il prossimo 12 maggio, di fronte a Montecitorio, chiamando a raccolta tutti i malati rari. Giustozzi è deciso ad andare avanti con il digiuno: "Speriamo - conclude - si muova qualcosa".



Pagina pubblicata il 09 aprile 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo