Disavanzo oltre i 3mld ma in discesa


Ammonta a 3 miliardi 169 milioni il disavanzo della sanità italiana nel 2007, -30% rispetto all'anno precedente. La cifra è imponente, ma si tratta del deficit più basso registrato negli ultimi anni.

I dati arrivano dal Rapporto 'Finanza pubblica e Istituzioni' dell'Isae (Istituto di studi e analisi economica), che dedica un capitolo alla sanità. Nel 2007, l'anno dei Piani di rientro per le 6 Regioni con i conti più in rosso, la spesa sanitaria è stata di 102 miliardi 519 milioni di euro, con un incremento del 2,9% rispetto al 2006, a fronte di un finanziamento - al netto dei fondi stanziati per la copertura dei disavanzi regionali - di 99 mld 351 mln euro.

La spesa sanitaria ha raggiunto, lo scorso anno, il 6,7% del Pil. Le sei Regioni sottoposte ai Piani di rientro (Lazio, Sicilia, Campania, Liguria, Abruzzo e Molise) nel 2007 hanno fatto registrare andamenti diversi. In Lazio e in Sicilia la spesa è diminuita, in Abruzzo è cresciuta (+2,7%) in linea con la media italiana, mentre in Campania, in Molise e in Liguria l'aumento ha leggermente superato la media (con tassi vicini al 4%). In queste Regioni i disavanzi si sono tuttavia ridotti considerevolmente rispetto al 2006. Un dato senz'altro positivo, secondo l'Isae: la spesa sanitaria in Italia - si sottolinea nel rapporto - continua a crescere, comunque meno del Pil nominale e i disavanzi sono al livello più basso degli ultimi anni.

"Sembra dunque che i Piani di rientro stiano producendo alcuni primi risultati positivi - si legge ancora - sia pure differenti tra le diverse Regioni coinvolte. Qualche dubbio riguarda, tuttavia, la piena adeguatezza dei Piani per il rigido congegno di modalità e tempi di attuazione, che prevedono, infatti, una serie di obiettivi intermedi, rigidamente definiti.

Né, d'altra parte, le previste sanzioni sono necessariamente adeguate a correggere eventuali squilibri del Piano, poiché questo fornisce un incentivo solo a condizione che gli obiettivi previsti siano realmente realizzabili".

L'Isae nota, infine, che "gli interventi sinora attuati dalle Regioni sono stati limitati preminentemente alla spesa farmaceutica convenzionata e al blocco del turn-over del personale, mentre ancora lontane dall'avvio risultano le misure strutturali ampiamente previste nei Piani, e largamente imperniate sulla riorganizzazione dell'offerta ospedaliera e il conseguente ridimensionamento dei posti letto".


Pagina pubblicata il 14 maggio 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti