Le intercettazioni e la Casa di Cura Santa Rita


Fa piacere trovare un giornale storico come il Tempo schierato cosi' coraggiosamente con i cittadini di questo paese! L'altro ieri, giorno dell'annuncio della legge che vieterà le intercettazioni telefoniche, titola a caratteri cubitali: "non ci spieranno più".

Ci manca solo l'appello "lottiamo per la nostra libertà". Ma ai lettori del Tempo, spesso onesti pensionati, impiegati statali, casalinghe che fanno la spesa al discount per tirare la fine del mese, verrà un dubbio?

Gli verrà l'idea che stanno prendendo una fregatura dallo "statista"? O saranno davvero sollevati dalla scomparsa dell'orecchio persecutore della magistratura?

E' giusto, diranno, scuotendo il capo con Emilio Fede. La privacy! Basta con il poliziotto che trascrive la ricetta della coda alla vaccinara di zia Giulia!! Lo scambio vivace di invettive sulla briscola! I cicci' e perepe' e saluta il tuo nonnino!

Gli italiani hanno diritto al segreto telefonico!

Il Messaggero, oggi, più garbatamente, ci informa che tutta l'Italia è spiata, che si vuole solo ridurre eccessi patologici, vanno curate le degenerazioni, nessuna indagine verrà ostacolata.

Che saggezza, che gente per bene, che equilibrio di fronte a eccessi da reprimere, sempre senza perdere il controllo. Al massimo tentennando il capo, come Fede...

Così godiamoci queste ultime intercettazioni sulla Casa di cura Santa Rita, che hanno permesso di arrestare dei banditi della medicina, facciamone un manifesto... Sono probabilmente le ultime.

Ed è appena il caso di notare che questa bella dimostrazione di dedizione all'assistenza avviene in Lombardia, culla della sanità affidata ai privati, in una casa di cura accreditata con il Servizio Sanitario Regionale.

Con che criteri? Valutata come? Vi erano da anni segnalazioni del malaffare in lettere ai giornali.
La gente prendeva il tassì per sfuggire al 118 che li portava lì per competenza. E va bene, questi erano dei banditi...

Ma chi li ha autorizzati a rapinare la diligenza che trasportava vecchiette e malati? Esistono dei criteri per capire quando si delinque, in medicina. Chi controllava cosa si rimborsava?

Vogliamo sapere anche questo (ma dobbiamo spicciarci,temo....)

Elisabetta Canitano


Pagina pubblicata il 11 giugno 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo