Più fondi (privati) alla ricerca


Incentivare gli investimenti privati per dare nuovo ossigeno alla ricerca italiana, è l'intento del ministro dell'Università e della ricerca, Mariastella Gelmini, secondo la quale in Italia la ricerca è sottofinanziata. E aggiunge: "In Italia, il finanziamento privato è limitato anche perchè il nostro sistema produttivo è composto, più che in altri Paesi, da piccole e medie imprese che non hanno la possibilità e la predisposizione a investire. Mi impegno a studiare - ha annunciato il ministro - di concerto con i colleghi di Governo, meccanismi di agevolazione per le piccole e medie imprese che coordinino i loro investimenti".

Crediti di imposta e defiscalizzazioni, l'unione delle forze, le fondazioni bancarie, del no-profit, delle associazioni di categoria sono gli strumenti che il ministro vuole adottare per ridare risorse alla ricerca. Ma il problema delle risorse riguarda anche le università. "Si è data sì l'autonomia - ha spiegato - senza però chiedere conto dei risultati. Sono troppi i casi di spesa senza controllo, di sforamento dei tetti previsti riguardo, per esempio, la quota massima del 90% del Fondo di Finanziamento Ordinario per le università per quanto concerne il personale. Alcuni atenei, inoltre, versano in una situazione di avanzata esposizione finanziaria.

Siamo pronti ad aiutarli - ha sottolineato il ministro - secondo piani pluriennali concordati di rientro dall'indebitamento, vincolandoli però rigorosamente a una gestione responsabile e virtuosa della spesa. Non è mia intenzione limitare in alcun modo l'autonomia degli atenei, ma desidero, assieme a loro, trovare soluzioni accettate e condivise, percorsi che recuperino i casi di dissesto con tempi e risorse certe, e fissare regole altrettanto certe che consentano di liberare risorse per premiare la qualità e l'eccellenza.

Occorre mettere in atto un chiaro patto di stabilità, individualizzato per ogni singolo ateneo, così da valorizzare ogni singola specificità".


Pagina pubblicata il 22 giugno 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti