Si specula anche sui deceduti


Truffare il Servizio sanitario nazionale attraverso i Drg, come è accaduto nella vicenda giudiziaria che riguarda la clinica S.Rita di Milano, è più facile speculando sui pazienti deceduti. Parola di Americo Cicchetti, ordinario di organizzazione aziendale all'università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

"Le maggiori ruberie - spiega l'esperto a margine del convegno 'Il no profit nell'assistenza ospedaliera in Italia: riflessioni a trent'anni dalla legge 833/78' - si fanno proprio sui pazienti poi deceduti. Su di loro - rivela - si 'caricano' più Drg, per ottenere rimborsi maggiori. Tanto che - aggiunge - in gergo si definiscono 'Drg creep'". In pratica, dice Cicchetti, quando un malato muore gli si aggiungono sulla cartella clinica prestazioni aggiuntive che servono per fare cassa.

"Lo sa bene chi effettua i controlli: le cartelle dei defunti sono un nodo critico da tenere sotto osservazione". Per l'economista la vicenda al centro delle cronache "è tanto più paradossale in quanto in Italia la Regione Lombardia è senz'altro quella che ha i sistemi di controllo più sviluppati".

Quindi la previsione tutt'altro che tranquillizzante: "Sono convinto - dice - che se si andasse a fondo con indagini analoghe nel resto d'Italia si troverebbero casi analoghi anche altrove". Sul versante dei controlli Cicchetti ricorda come "lo stesso ministro della Sanità Elio Guzzanti, durante il cui mandato furono introdotti i Drg nel 1996, aveva subito espresso la necessità di definire le modalità per migliorare e aggiornare di continuo il sistema di controllo sui Drg".

Un meccanismo che si dovrebbe attuare, ricorda l'economista, "attraverso l'aggiornamento delle tariffe, dei sistemi di patologia, dei rimborsi e dei controlli". Quindi ricorda che "negli Usa, che per primi hanno sperimentato il sistema dei Drg, i controlli vengono effettuati da agenzie 'terze', che incrociano le informazioni delle cartelle cliniche e delle schede di dimissioni in base a complicati algoritmi in grado di evidenziare, laddove ce ne fossero, le incongruità".

Pagina pubblicata il 12 giugno 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti