Finanziaria punitiva con i medici


Non si placano le critiche alla Finanziaria messa a punto dal Governo. Soprattutto per quanto riguarda la sanità.

Questa volta a puntare il dito contro la manovra e contro una politica "di tagli senza prospettive di modernizzazione del sistema", è il Sindacato dei medici italiani (Smi), preoccupato dal "mancato rinnovo dei contratti e delle convenzioni, dalla perdita progressiva del potere economico dei medici e dalle condizioni di lavoro profondamente peggiorate".

"Le promesse di investire nella sanità, nella efficienza e nelle capacità dei professionisti che vi operano - sottolinea in una nota Gianfranco Rivellini, della segreteria nazionale dello Smi - si sono scontrate con una cultura populista e punitiva nei confronti della categoria dei medici. Si è deciso ancora una volta di fare cassa, di tagliare invece di razionalizzare, di mantenere lo status quo degli sprechi e di impoverire il Servizio sanitario nazionale. Come dimostra la previsione di un nuovo Patto per la salute senza una visione di sistema, basato sul taglio dei posti letto, sulla riduzione stabile del personale sanitario, sulla riduzione delle posizioni dirigenziali e dei fondi dedicati alla contrattazione nazionale e decentrata".

Tagli al personale che, secondo Rivellini, non sono la ricetta per risolvere i problemi del nostro Ssn. "Bisognava tenere conto - spiega il rappresentante dello Smi - della relazione generale 2007 sulla situazione economica del Paese, "in cui emerge che la spesa per il personale è l'unico valore rimasto sostanzialmente fermo in percentuale dal 2004, con un trend stabile a decorrere dall'anno 1999. Diversamente la voce 'beni e servizi' e la voce 'ospedaliera accreditata' ha viaggiato in alcuni anni a tassi di crescita percentuali a due cifre".

Lo Smi mette quindi in guardia le Istituzioni, dal diffuso malcontento dei camici bianchi. Uno stato d'animo che rischia di danneggiare in primo luogo i cittadini. Le conseguenze di tutte queste 'spine', per Rivellini, non sono difficili da immaginare: "medici stanchi e poco motivati in strutture sanitarie con meno risorse e sempre più obsolete. Tutto ciò a discapito di quei cittadini che si dice di voler tutelare".


Pagina pubblicata il 23 luglio 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo