La Corte dei Conti boccia la Sicilia


La Corte dei Conti bacchetta la Regione siciliana: troppi sprechi nel 2007. In un anno, secondo i giudici contabili, la spesa pubblica e' aumentata dell'8 per cento. La Regione ha speso 15 miliardi di euro, ossia un miliardo in più rispetto all'anno precedente. La fotografia impietosa dei conti della Regione e' stata scattata stamani in occasione del giudizio di parificazione 2007. La relazione e' stata presentata allo Steri di Palermo dal procuratore generale Giovanni Coppola. Dito puntato sul settore sanitario, vero e proprio buco nero, che ha inghiottito 8 miliardi e 500 milioni. In pratica dividendo la spesa per la popolazione ciascun siciliano, neonati compresi, costa alle casse regionali 1.711 euro. "Nell'Isola - dice il procuratore Coppola - si e' speso il 30 per cento in più di quanto si spende per la sanità in Finlandia, che e' uno Stato più grande dell'Italia e ha un servizio sanitario pubblico tra i più efficienti del mondo".

A questo si aggiunge il proliferare di convenzioni esterne con laboratori e case di cura, che nel 2007 hanno raggiunto quota 1.800 circa. Ma la sanità non e' l'unica nota dolente della spesa pubblica siciliana. Davanti alle cifre presentate dalla Corte dei conti il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, corre ai ripari annunciando di aver già convocato per il pomeriggio il Comitato dei dirigenti regionali. "Approfondiremo i diversi spunti di riflessione emersi dalla relazione dei giudici contabili", dice il governatore assicurando che i rilievi "saranno tenuti nella giusta considerazione". Ma Lombardo precisa anche che "da diverse settimane la Giunta sta operando per il risanamento dei conti. L'Esecutivo - dice - ha già varato diversi atti in direzione del risparmio e della riduzione degli sprechi".

Pagina pubblicata il 01 luglio 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo