La sanità laziale conta sui finanzieri


Maggiore controllo della spesa sanitaria e farmaceutica e degli appalti per forniture di beni e servizi nel Lazio. Con questo obiettivo la Regione e la Guardia di Finanza del Lazio hanno stipulato oggi un accordo per il controllo della spesa regionale.

Un accordo che porterà "trasparenza e pratiche migliori" in tutto il Lazio. L'intesa è stata siglata oggi tra Piero Marrazzo, governatore del Lazio, e Michele Adinolfi, generale di divisione e comandante regionale della Guardia di Finanza, e rinnova un accordo che era stato stretto già cinque anni fa. Il compito principale spetterà alla Regione, che dovrà segnalare eventuali anomalie e irregolarità alla Guardia di Finanza. Le Fiamme Gialle potranno, in questo caso, avviare investigazioni e accertamenti. "Abbiamo voluto rivisitare il vecchio accordo - sottolinea Adinolfi - e nostro obiettivo sarà controllare i comparti della spesa regionale a più alto rischio: sanitaria, farmaceutica e appalti per forniture di beni e servizi.

I funzionari della Regione Lazio e della Guardia di Finanza organizzeranno anche dei corsi di formazione per dotare i funzionari degli strumenti utili per individuare eventuali anomalie nei conti della sanità laziale". Della stessa opinione Marrazzo, che esalta "la strada intrapresa da qualche anno dalla Regione: il controllo della spesa.

Da due anni non produciamo più debito perché da due anni abbattiamo il deficit, azzerandolo. Una condizione necessaria ma non ancora sufficiente per farci considerare come una Regione 'virtuosa'. La nostra è una battaglia per la legalità che si rinnova giorno dopo giorno".

Marrazzo è felice per l'intesa, anche perché "questo protocollo sarebbe stato impensabile anni fa, quando nemmeno si approvavano i bilanci. Il vecchio protocollo non ha dato i frutti sperati - termina il governatore - ma con questo siamo sicuri di ottenere buoni risultati".


Pagina pubblicata il 07 luglio 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo