Pessima la sanità al centrosud


"Il federalismo deve passare dalla dimensione irresponsabile attuale, che vede un'Italia spaccata fra i nuovi modelli organizzativi del Nord e la pessima sanità del Centrosud, a un federalismo responsabile che e' l'unico in grado di produrre equità"

Parola di Maurizio Sacconi, ministro del Welfare che, a margine di un convegno sulla sanità organizzato ieri a Cernobbio dall'Aspen Institute, descrive l'attuale situazione della sanità italiana, divisa fra le eccellenze del Nord e i servizi 'pessimi' di gran parte del Sud Italia.

La soluzione per garantire uguaglianza "nell'accesso dei cittadini a buoni livelli di protezione sanitaria, a partire da un'ottima prevenzione, una diffusa diagnostica, la promozione degli stili di vita, e' un federalismo equo e responsabile". Nel futuro, secondo Sacconi, "ci sono pochi ospedali dove si concentrano la tecnologia e la qualità di risposta ai cittadini. Credo che tutte le regioni debbano essere interessate".

Per il Mezzogiorno, prosegue il ministro, "il federalismo fiscale e' una grande opportunità, forse determinante per partecipare dell'efficienza che si e' realizzata nel Nord". Quanto al processo che porterà le regioni in difficoltà a raggiungere i livelli di efficienza di quelle virtuose, assicura Sacconi, "credo che dovranno essere accompagnate, sostenute. La transizione dal vecchio al nuovo modello non potrà che essere graduale e sostenuta da un fondo di accompagnamento, monitorato come stiamo facendo con i piani di rientro".

Per raggiungere livelli di maggiore qualità, prosegue Sacconi, non sarà possibile "concedere sconti ai piani di rientro". Il federalismo fiscale si costruirà, conclude il ministro, tutti insieme, "senza differenze all'interno del Governo perché la scelta e' di tutti e questa coalizione ha in uno Stato unitario e federalista insieme la sua cifra condivisa". Il percorso prevede ancora "un dibattito parlamentare ma - osserva Sacconi - la maggioranza e' determinata. E mi auguro che l'opposizione non faccia valutazioni pregiudiziali, visto il clima determinato da Veltroni".

Pagina pubblicata il 29 settembre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti