SSN molto insoddisfacente


"Guai a celebrare l'anniversario dei 30 anni del Servizio sanitario nazionale con enfasi e retorica. Dobbiamo essere fortemente insoddisfatti di questo SSN e critici. Anche se dobbiamo sapere di avere tra noi anche le migliori pratiche per condurre l'intero sistema a una maggiore equità".

E' una doccia gelata quella del ministro del Welfare Maurizio Sacconi, intervenuto al convegno 'Quale welfare per la salute? prevenzione e programmazione in sanità a trent'anni dalla legge 833/'78', oggi a Roma. Un appuntamento organizzato dall'Istituto superiore di sanità (Iss) e dall'ufficio nazionale della Conferenza episcopale italiana (Cei) per la pastorale della sanità proprio con l'obiettivo di celebrare i 30 anni del SSN.

Sacconi spiega che "una riflessione è quanto mai opportuna. Innanzitutto perché oggi sono cambiate le situazioni della società e dell'economia, rispetto al 1978. E poi perché il SSN rispecchia ora una massima iniquità, testimoniata dall'equazione perfetta tra maggiore dotazione di risorse e minore qualità dei servizi". Il ministro rileva come "in nessuno dei Paesi con cui ci dobbiamo confrontare ci sono differenze tanto stridenti".

Dopo le critiche arrivano però le proposte, e la visione del SSN che verrà. Un servizio sanitario che, nelle intenzioni del ministro, dovrà "abbracciare una visione più evoluta, ed olistica della persona. Dobbiamo - incalza - superare il modello socio-sanitario di una risposta segmentata ai singoli bisogni man mano che si presentano, come è avvenuto fino a oggi".

E per sostenere gli interventi necessari, ancorché dolorosi che alcune Regioni dovranno intraprendere per aderire al modello federalista che ha in mente il Governo, Sacconi usa una metafora sportiva. "Anche in politica - dice - a volte è necessario usare la tecnica judoka che permette di fare leva su un punto per spostare un grande corpo flaccido. Ecco - chiarisce - la chiusura dei piccoli ospedali generalisti e marginali è quel punto per dare un nuovo assetto al SSN".

Pagina pubblicata il 08 ottobre 2008

News

Notizie aggiornate sulla salute, la sanità, i diritti, la medicina, e le donne

Sanita

La sanità pubblica in Italia. Gli indirizzi dei Consultori familiari, materno infantili, poliambulatori, delle asl, delle aziende ospedaliere e degli ospedali. I servizi pubblici che offrono una buona prestazione sanitaria

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo